Jackmccartan

9 gennaio 1918, per la prima volta i portieri di hockey possono buttarsi per parare i tiri

Di Andrea Branca, 09.01.14 Today in sports

L’hockey è noto anche ai non appassionati per essere uno sport particolarmente veloce e spettacolare, con rapidi ribaltamenti di fronte, una marcata componente fisica e parate da parte dei portieri al limite dell’incredibile. 

Proprio per gli estremi difensori la giornata di oggi è da considerarsi come storica, visto che esattamente oggi - nel 1918 - il regolamento del gioco dell’hockey venne modificato per permettere ai portieri di buttarsi sul ghiaccio nel tentativo di parare i tiri avversari.

Questo fu il primo cambiamento di una certa importanza nella storia dell’intera NHL, che quel 9 gennaio di 95 anni or sono decise di togliere la penalità di due minuti per i portieri che tentavano di compiere un intervento mettendosi in ginocchio.

Precursore di questa tecnica fu il giocatore degli Ottawa Senators, Clint Benedict, il quale prima del cambiamento cercava di ingannare gli arbitri facendo finta di perdere l’equilibrio, effettuando così parate teoricamente non permesse dal regolamento.


Appassionato di sport, tecnologie e social media, quando non lavora dietro ad un monitor passa il suo tempo nelle piste di hockey.

andrea.branca@luganonetwork.ch
Scritti: 328 articoli