Bluelily arlene giada

Perché si dice “infinocchiare”?

Di Simon Lerose, 14.01.14 Curiosando

L’utilizzo del termine “infinocchiare” è ben noto e corrisponde al significato di raggirare, ingannare o imbrogliare. Ciò che invece non tutti conoscono è l’origine di tale parola.

Il finocchio è una verdura che, se lasciata cruda e accostata ad altri alimenti, ha delle proprietà che alterano il sapore del cibo.

In passato questa sua caratteristica veniva  utilizzata per alterare il gusto della carne un po’ avariata oppure per rendere un vino, non più tanto buono, maggiormente apprezzabile.
Le pietanze non più fresche venivano cucinate insieme a dosi abbondanti di finocchio che coprivano il gusto alterato dei cibi rendendoli nuovamente “apprezzabili”.

Gli osti, inoltre, erano soliti servire alcuni pezzi di finocchio come aperitivo con l’obiettivo di alterare il gusto nella bocca dei clienti. In questo modo evitavano di buttare inutilmente bottiglie di vino andate a male o che cominciavano a sapere di aceto, servendolo tranquillamente, infinocchiando i loro clienti.

Immagine: BlueLily Arlene Giada - flickr


"When all are one and one is all" Led Zeppelin

simon.lerose@luganonetwork.ch
Scritti: 41 articoli