Wisze flickr

Il festival della neve e del ghiaccio

Di Elisa Spadola, 27.01.14 Curiosando

Un festival di rara bellezza quello che si svolge ogni inverno ad Harbin, una città della Manciuria, nella Cina nord-orientale al confine con la Siberia. E sono proprio i venti gelidi provenienti dalla Siberia, che nei mesi invernali, fanno precipitare le temperature della città fino a -30 °C, rendendo questo luogo il posto ideale per la creazione di enormi e scenografiche sculture di ghiaccio.

Il Festival di Harbin è conosciuto a livello internazionale e si svolge ogni anno dal 1984, e oltre ad essere il più grande evento della stagione in tutto l'Estremo Oriente, e nonostante di  festival simili se ne trovino tanti sparsi per il mondo, pare che esso sia citato come il più affascinante di tutti.

Artisti provenienti da tutto il mondo si sfidano nel creare opere uniche e strabilianti, che  riproducono un’intera città fatta di ghiaccio, creando un'atmosfera incantata grazie anche a degli speciali giochi di luce.

Quest’anno si sono sfidati più di 10mila scultori che in sole due settimane hanno  “costruito” una città magica utilizzando 180mila metri cubi di ghiaccio e 150mila di neve. Ufficialmente il festival ha inizio ogni anno il 5 gennaio e si conclude a fine febbraio, ma in realtà la fine effettiva si ha con l’inizio della primavera, la quale  provoca  in maniera naturale lo sciogliersi delle sculture.

Il momento migliore per visitare il festival è dopo il tramonto in quanto le sculture di notte vengono illuminate da luci laser rendendo l’atmosfera tanto magica  e suggestiva da far dimenticare le rigide temperature del luogo… Farà freddo ma il festival di Harbin è sicuramente uno spettacolo da non perdere!

Immagini: wisze-flickr


Insegnante di Cucina e Alimentazione Naturale - "Nulla darà la possibilità di sopravvivenza sulla terra quanto l'evoluzione verso una dieta vegetariana" (A.Einstein)

elyspadola@hotmail.it
Scritti: 53 articoli