Stand immagine diis 2

Comunicazioni, 26.08.15

Stand di prevenzione delle dipendenze a Blues to Bop

La prevenzione, qualunque sia il settore al quale si rivolge, è un’arma valida e potentissima, che andrebbe impiegata sempre di più e sempre meglio. Il problema del messaggio di prevenzione, semmai, è il bacino di utenza e quindi la sua efficacia.

Ecco dunque apparire un’ottima idea: legare il messaggio sociale ad un evento di grande richiamo e frequentato anche da tanti giovani. È il caso del Blues to Bop, che anche quest’anno ospita lo stand informativo del Dicastero Integrazione e Informazione Sociale (DIIS), con il sostegno del Gruppo Azzardo Ticino- Prevenzione (GAT-P) e di Infodrog (Ufficio Federale della Sanità Pubblica).

Durante le serate del 27, 28 e 29 agosto, nelle immediate adiacenze del Palazzo Civico in Piazza della Riforma a Lugano, sarà possibile ricevere informazioni sui vari tipi di dipendenze patologiche: dal gioco d’azzardo all’abuso di alcol alle dipendenze in generale.

Per attirare l’attenzione anche delle nutrite schiere di giovani che frequenteranno l’evento musicale del Blues to Bop, lo stand proporrà un concorso che, consentendo la vincita di simpatici gadget, permetterà di scoprire curiosità e di ricevere importanti informazioni sulle dipendenze.

Importante novità di quest’anno è la presentazione della piattaforma safezone.ch, nuovo portale promosso da Infodrog, tramite la quale è possibile ricevere una consulenza anonima sulle varie dipendenze.

 

Infine, sulla scia della campagna di lotta al littering Non sono il tuo posacenere promossa dalla Città di Lugano a luglio, presso lo stand saranno distribuite gratuitamente le pocket-box, scatolette tascabili in alluminio riciclato per contenere cenere e mozziconi di sigaretta.