Guida

Territorio, 04.09.15

Razzismo? Senza di me...

In questi giorni è stata pubblicata dal Delegato cantonale per l’integrazione degli stranieri nell’ambito delle attività del Programma di integrazione cantonale 2014-2017 una guida che ha lo scopo di fornire un’informazione sintetica sui principali strumenti di tutela a disposizione delle vittime di discriminazione razziale. 

"Questa pubblicazione si prefigge lo scopo di fornire sia utili informazioni per anticipare e gestire situazioni particolari e problematiche legate a manifestazioni di razzismo e di discriminazione, sia risposte concrete a bisogni specifici che possono emergere in ogni angolo del nostro quotidiano" spiega il delegato cantonale Francesco Mismirigo.

I temi affrontati spaziano dalle leggi e le procedure in ambito di integrazione, agli ambiti di vita (scuola, lavoro, alloggio, sport, spazio pubblico e trasporti); dalle assicurazioni e la salute, al mondo virtuale legato a internet, lasciando indirizzi utili e una biografia per approfondimenti.

La guida è disponibile in formato pdf o può essere richiesta in formato cartaceo fino a esaurimento scorte: di-dis@ti.ch o telefono 848 14 32 02

 

"Oggi il razzismo è piuttosto "culturale": si vive virtualmente globalizzati ma poi la diversità, quando diventa reale, fa paura. A tutte le latitudini e in tutte le società contemporanee, ad altri usi e costumi si tende a contrapporre la tutela della propria identità locale. Il "razzismo 2.0" è perciò un miscuglio di pregiudizi, incomprensioni, paure, fobie, insicurezze presunte o reali, livellamenti mentali. In netto contrasto con il fatto che mai come oggi l'Uomo ha avuto a disposizione mezzi d'informazione che gli dovrebbero, in teoria, permettere di liberarsi dall'ignoranza" Francesco Mismirigo