Mobius

Territorio, 30.09.15

Il racconto dell’arte con il digitale

Dopo due decadi di attività, il Premio Möbius Multimedia Lugano approda, il prossimo 3 ottobre, nel nuovo polo culturale luganese, adottandone tutto il respiro internazionale con una edizione di altissimo profilo, sia per la caratura dei partecipanti, sia per i temi trattati.

Il simposio di quest’anno, presieduto dall’erede di McLuhan Derrick de Kerckhove, è dedicato a Raccontare l’arte con il digitale, nelle sue forme più innovative. Il tema, in relazione ai tanti modi per raccontare l’arte in maniera affascinante attraverso l’ibridazione originale di linguaggi e strumenti diversificati, verrà illustrato, con molte dimostrazioni specifiche, dagli interventi puntuali di cinque relatori d’eccezione, impegnati in un dibattito di grande interesse, a partire dalle 14.30.

Dopo essere stato per tanti anni esclusivamente rivolto a prodotti multimediali in lingua italiana, per l’ottavo anno il Premio Möbius Multimedia Lugano, oltre al tradizionale Grand Prix Möbius per l’area linguistica italiana, assegna il Grand Prix Möbius Suisse: in questa edizione ci si occuperà dell’innovazione di qualità per il digitale nell’arte, in collaborazione con la Fondazione AGIRE.

Anche in questa edizione il Grand Prix Möbius per l’area linguistica italiana, tenendo presente la complessità a vari livelli in cui si trova l’editoria tradizionale in lingua italiana (e più in generale europea) di fronte all’avvento del digitale su scala globale e di fronte al predominio dei grandi “monopolisti della rete” quali Amazon, Apple, Facebook, Google, Microsoft, dedica la sua attenzione a prodotti multimediali e crossmediali particolarmente innovativi, che intendono mostrare percorsi praticabili e obiettivi ambiziosi a quella che oggi è a tutti gli effetti un’editoria in transizione e in difficoltà.

Viene inoltre riproposto all’inizio della mattinata lo spazio Möbius Giovani, nel quale viene assegnato un Premio Speciale a studenti del corso di comunicazione visiva della SUPSI che presentano le loro narrazioni virali più originali.

Al termine della mattinata e prima del simposio pomeridiano, al pubblico del Möbius sarà offerta la possibilità di provare i Google Glass e l’Oculus Samsung Gear VR, con l’assistenza di personale specializzato. La giornata si concluderà alle 17.00 con la premiazione.  

Programma Premio Moebius 2015.pdf