Img 10 b.jpg

Territorio, 10.11.15

Piccolo, grande e vivo!

Da dove veniamo? Cos’è la vita? Come si è formata la terra? Siamo soli nell’universo? Sono queste le domande che L’ideatorio propone agli studenti delle scuole della Città di Lugano, attraverso il suo nuovo progetto espositivo denominato “Piccolo, grande e vivo!”.
Fino al 17 giugno 2016, presso la sede de L’ideatorio a Castagnola, si cercherà di indagare quale storia lega la cellula al cielo, fino alla comparsa dell’uomo. Il laboratorio, destinato alle scuole elementari e medie, è un progetto sostenuto da MINT Svizzera, lo strumento delle Accademie svizzere delle scienze voluto per avvicinare la scienza ai giovani. 

“Piccolo, grande e vivo!”, realizzato da L’ideatorio dell’USI in collaborazione con l’Istituto scolastico della Città di Lugano, si rivolge a bambini e ragazzi dai 6 ai 15 anni e ha come obiettivo quello di parlare delle origini (le origini della vita, del cosmo, della terra, di noi esseri umani). Per affrontare un tema così ampio, i partecipanti saranno invitati ad utilizzare le conoscenze della biologia e dell’astronomia per cercare di guardare, con rinnovato stupore, a questa domanda che fino ad oggi non ha mai trovato una risposta: da dove veniamo? Una domanda piena di incertezza e di complessità, volutamente scelta per mostrare come tutta la ricerca scientifica porti con sé un sapere sempre più complesso con tanti elementi incerti.



Il progetto intende offrire ai giovani una visione globale capace di narrare quella storia incredibile che ci vede protagonisti: tra miliardi di stelle e di galassie, in un angolo dell’universo la materia si è fatta viva, fino alla creazione di un organismo pensante, l’uomo. Le discipline si mescoleranno, permettendo così di trovare un legame tra la cellula e il cielo, tra un atomo di una stella e la materia che compone la torta di mele o i nostri capelli. Tutti parlano della stessa storia. Il tema delle origini racchiude uno dei misteri più grandi dell’umanità e della storia dell’universo. Durante il percorso didattico i ragazzi si confronteranno con curiosi pianeti da esplorare e osservazioni al microscopio alla ricerca della vita, fino a un viaggio nel planetario alla scoperta del cosmo e alla possibilità di trovare la vita altrove nell’universo.

Il progetto è sostenuto da MINT Svizzera, lo strumento delle Accademie svizzere delle scienze che ha come obiettivo quello di combattere la carenza di personale e l’interesse dei giovani nelle discipline scientifiche. In quest’ottica “Piccolo, grande e vivo!” permette a bambini e ragazzi di vivere un’esperienza a contatto con diverse discipline scientifiche, dalla biologia all’astrofisica, per comprendere quanto la scienza sia attorno a noi e parte di noi. Una consapevolezza che consente di guardare alla ricerca scientifica con un sentimento positivo e di stupore.