Conferenza 085

Territorio, 21.01.16

#faigirarelacultura, vincitori 2015 e bando 2016

Sono otto i vincitori dell'edizione appena conclusa di #faigirarelacultura, progetto voluto e creato da Roberta Nicolò proprio allo scopo di dare maggiore visibilità alle realtà culturali del territorio ticinese e non solo: "Lo sviluppo di collaborazioni ci ha permesso di offrire moltissime opportunità. Abbiamo puntato sul coinvoglimento di partner di qualità con i quali abbiamo instaurato un rapporto di fiducia. Grazie a questo possiamo offrire dei premi importanti, che vanno ad aggiungersi all'anno di promozione offerto dal concorso".

Nel corso del 2015, 10'000 persone hanno scelto i vincitori tramite una votazione, configurando #faigirarelacultura come un'ottima finestra per far conoscere il Ticino e i ticinesi. Proprio la creazione di questo invisibile ma solido ponte culturale è al centro della visione del progetto. "Il progetto ha creato un marchio ormai noto dal Ticino alla Sicilia e che esporta una visione del nostro Cantone in grado di superare gli stereotipi, ciò rappresenta per noi un grande risultato e continueremo a lavorare in questa direzione".

I vincitori della passata edizione hanno presentato idee che spaziano dall'arte astratta di Katia Mandelli Ghidini, alla ricerca teatrale e cinematografica di Cambusa Teatro e Akra Studio, dalla ricerca architettonica di Felicia Lamanuzzi, alla ricerca della gentilezza nelle interazioni sociali presente in Gentleltude Switzerland, romanzo storico di Gerry Mottis, senza tralasciare la web tv di Myoko Sagl, l'antologia di racconti gialli organizzata da Ambretta Sampietro e il Festival Orme, organizzato dal Teatro DanzAbile come progetto di integrazione.


Un altro aspetto importante del progetto è stata la collaborazione fra #faigirarelacultura e APG|SGA: "I progetti sono molto interessanti", spiega Renato Bellotti, responsabile della Società Generale d'Affissioni, "Ne scegliamo alcuni e li premiamo dandogli la possibilità di essere esposti sulle postazioni d'affissione cittadine, creando quindi un connubio tra cartellonistica commerciale e culturale a favore della comunicazione e informazione".

L'ammontare complessivo dei premi messi in palio per il 2016 corrisponde ad un totale di 40'000 Franchi in servizi e prodotti, ciò pone le basi per una quinta edizione del progetto in linea con le precedenti e nel corso della quale si cercherà di "porsi obiettivi nuovi e crescere ulteriormente", come ci spiega Roberta Nicolò.

Il bando di concorso all'edizione del 2016 scadrà il 23 febbraio ed è già scaricabile a questo indirizzo.