20160217 093748

Territorio, 17.02.16

Info Point per anziani a Besso

Mercoledì 17 febbraio 2016 si è tenuta presso la nuova sede dell'Associazione Besso Pulita! la conferenza stampa relativa alla presentazione del nuovo Info Point per gli anziani. L'associazione è presente da 9 anni ed è particolarmente attiva sul territorio con l'obbiettivo di creare un ambiente più sicuro e vivibile nel quartiere di Besso.

Per significare l'appoggio della Città di Lugano alla nuova iniziativa sono intervenuti i municipali Cristina Zanini Barzaghi e Michele Bertini. I due capi dicastero, dopo essersi complimentati per le attività promosse dall'associazione, hanno posto l'accento sul servizio che Besso Pulita! offre da diversi anni all'interno della città, di come l'associazionismo attivo nei quartieri sia fondamentale per creare contatti e coinvolgere gli abitanti, in particolar modo i più anziani, a cui si rivolge proprio l'impegno dell'associazione.

La popolazione di Besso, e non solo, è composta da un numero sempre maggiore di anziani. Questa fascia di persone, anche se ancora in forma, spesso è sola e necessita di informazioni, sostegno e anche di piccoli aiuti concreti. Il centro si vuole luogo accogliente dove ricevere un po' di supporto e ascolto. Ecco allora che Besso Pulita! propone un servizio di Info Point aperto al pubblico il sabato mattina dalle 09.00 alle 12.00 (in via Sorengo 2, davanti all'ufficio postale di Besso). I cittadini potranno usufruire della sala per accedere ad internet attraverso i PC messi a disposizione, utilizzare il sistema Wi-Fi e incontrare altri abitanti del quartiere. Dopo una prima fase di valutazione, l'apertura potrebbe essere prolungata.

L'obbiettivo è quello di incrementare la cooperazione tra i vicini e la comunità tutta al fine di far uscire dalla solitudine e l'indifferenza chi si sente isolato o troppo anziano per dare il proprio contributo. Il presidente di Besso Pulita!, Ugo Cancelli, ha puntualizzato che non si tratta di un Punto Città, simile a quelli gestiti dalla Città di Lugano, ma di un servizio di prossimità dedicato agli anziani del quartiere. Il progetto pilota è sostenuto dall'Associazione italiani di Lugano per gli anziani (AILA) da anni attenta a questa fascia di età.

Il presidente ha inoltre colto l'occasione per parlare di un progetto condiviso con AILA, ancora in via di definizione: "Stiamo cercando sostegni per realizzare un Atelier dove artigiani, magari in pensione, o professionisti, vogliano mettersi a disposizione dei giovani (e meno giovani) per trasmettere qualche trucchetto del loro mestiere o del loro sapere. Dove riparare degli oggetti o costruirne altri. Dove scambiarsi informazioni e socializzare. Un contatto per rimanere ancora ttivi e tramandare un sapere che magari andrebbe perso".

In 6 mesi di attività la nuova sede è molto frequentata grazie anche ai vari corsi di danza e di fitness promossi dall'associazione e dalla DMC Studio (Danza Musica Creazione) tanto che si pensa già a come espandersi, ha scherzosamente concluso Ugo Cancelli.

Le idee e il dinamismo non mancano a questa realtà che fa parlare di sé in altri comuni ticinesi e anche in Svizzera interna.