10 anni agorateca

Divisione Eventi, 07.06.16

Agorateca, la bibliomediateca della Città, compie 10 anni

Dieci anni fa nasceva il progetto Agorateca, che oggi conta 3 sedi: la sede principale in via Foce 1 e le sedi di Molino Nuovo (via Trevano 53) e di Viganello (angolo via Collina/via Pazzalino).

Abbiamo chiesto a Claudio Chiapparino, Direttore della Divisione Eventi e Congressi, quali sono stati gli inizi:

Vi sono due fattori convergenti che ci hanno offerto lo spunto per iniziare questo progetto: l’incontro con persone (tra cui molti giovani) che segnalavano l’esigenza di avere nel luganese un luogo simile a quello di Locarno, dove poter prendere in prestito dei film che non si trovano solitamente nelle varie videoteche. Il desiderio di intrattenere un rapporto più regolare con il pubblico attraverso uno strumento di accompagnamento che offra un servizio utile alla gente e che crei una comunità plurale, composta da molte persone con gusti e tendenze differenti. Il cinema ci è sembrato il canale migliore per creare una rete di rapporti e scambi interpersonali.

Qual è l’origine del nome?

L’Agorateca non è una videoteca ma una biblioteca sia dal punto di vista concettuale che giuridico. Abbiamo pensato al fatto che dovesse diventare un punto di incontro e ci è venuta in mente la parola “agorà” e cioè piazza in greco. Il gioco a questo punto era semplice, è un luogo d’incontro, è un centro d’interesse per le persone, quindi prendiamo la parola “agorà” e ci attacchiamo “teca”, essendo comunque una biblioteca. La piazza nella teca. Il nome è bello, è simpatico, magari non è immediato ma è proprio questo che affascina e fa scattare la curiosità nelle persone.

Inizialmente l’Agorateca si situava alla Comacina. Com’è nata l’idea dello spostamento al Foce?

Desideravamo avvicinare diverse realtà, quella del cinema, quella del teatro e della musica e far sì che diversi tipi di pubblico entrino in contatto. L’intento è riuscito perché non è raro che prima di uno spettacolo la gente passi in Agorateca a scegliere dei film. Il Foce è diventato un punto di incontro dove i fruitori di teatro, musica, cinema e letteratura possono intrattenersi e scambiare le proprie opinioni.

Un servizio ulteriore dato dall’Agorateca è il Park & Read dove viene data la possibilità nel corso dell’estate di leggere dei libri all’aperto al Parco Ciani – Darsena e prossimamente in via Trevano 55, nel parco di Villa Carmine.

Quali sono gli sviluppi per il futuro?

Da una parte che nascano o si sviluppino in diverse zone del Cantone "Agorateche" come quella del Foce, che coinvolgano giovani nella gestione e che sappiano aprire mondi e relazioni, dall'altra che l'Agorateca "invada" la città... di parole, immagini cinematografiche, libri...

 

Per festeggiare insieme questo importante anniversario l’Agorateca offrirà il prestito di un film gratuito fino a venerdì 10 giugno a tutti gli affezionati clienti
 

Vi aspettiamo!

www.agorateca.ch