Immagine

Territorio, 23.06.16

Nuova sede per il Museo in Erba

Investire nella crescita emotiva e culturale dell'infanzia, significa investire nei cittadini di domani.

Questo il punto di partenza del Museo in erba che dal 4 luglio 2016 sarà attivo a Lugano, in Riva Caccia 1, al Central Park. Una superficie di 600m2 su due piani permetterà al museo di continuare le sue attività ma anche di implementare nuovi progetti.

Al primo piano si troveranno lo spazio espositivo, il laboratorio (che potrà diventare una sala per eventi dedicati all'infanzia) e una novità. Uno spazio di gioco e aggregativo è stato allestito per permettere alle famiglie di fermarsi dopo la visita alle esposizioni o i laboratori. Saranno a disposizione dei libri e dei giochi per vivere dei momenti di condivisione  con i propri figli e socializzare. Qui i bambini potranno anche accogliere i pensieri di Biriki, l'uccellino di Bruna Ferrazzini, che invitano al rispetto e alla tolleranza e si inseriscono nel progetto animaBIRIKI per la difesa dei diritti dei bambini.

Al secondo piano invece si troverà KidsArti, il nuovo centro di attività multidisciplinari. In collaborazione con Motoperpetuo, Madamadoré e il Teatro d'emergenza, verranno proposti i programmi KidsArti Baby 0-3 anni e KidsArti 4-10 anni. Per i più piccoli sono previsti atelier di danza, laboratori musicali e di pittura, mentre i più grandicelli potranno seguire un corso di recitazione o di danza contemporanea.


Immagine: Flickr.com - PraveenbenK

Dal 4 luglio al 27 novembre sarà possibile visitare la mostra multidisciplinare Arte, che passione!, ideata e coprodotta con la Vallée de la Jeunesse di Losanna, che introduce al mondo delle arti in modo originale. Dal 29 agosto invece riprenderà la normale attività con le scuole. 

Il Museo in erba permette al bambino di scoprire l'arte giocando e favorisce anche lo sguardo critico sulla realtà. Nato 16 anni fa come antenna estera del Musée en herbe di Parigi e diventato autonomo nel 2010, il museo si avvale della collaborazione con la Vallée de la Jeunesse di Losanna che ha permesso di produrre percorsi interattivi per l'infanzia e di sviluppare altre collaborazioni all'estero. Gli è stato riconosciuto il partenariato dal Club Unesco in Ticino per la sua funzione educativa e sociale.

Diretto da Loredana Bianchi, affiancata da Emanuela Bergantino per lo sviluppo del progetto didattico, il museo è gestito da un'associazione senza scopo di lucro avvalendosi di una rete di volontari e professionisti nel settore della formazione e delle arti.

In un momento in cui Lugano si apre a nuovi percorsi culturali, il museo desidera essere nel cuore di questo cambiamento. La vivacità culturale, il potenziale bacino d'utenza e la possibilità di diversificare le proposte culturali sono tutti elementi di stimolo per questa nuova tappa. 
La Divisione Eventi e Congressi della Città di Lugano, collabora da tempo con il Museo in erba che in particolare lo ha visto coinvolto nelle attività destinate ai bambini e alle famiglie del LongLake Festival e di Natale in Piazza. Il sindaco di Lugano, Marco Borradori, ha espresso la soddisfazione della Città per questa realtà che viene ad ampliare l'offerta culturale per i più piccini, permettendo loro di cogliere che nel mondo, nonostante tutto, esistono la grazia, il bello, la poesia e la vita.