Immagine umano sentire

Territorio, 18.08.16

Souvenir di Lugano. Ricordo di Lugano

Il 27 e 28 agosto 2016, alle ore 21.00, verrà proiettato sulla facciata esterna di Palazzo dei Congressi il nuovo lavoro della compagnia luganese Officina Orsi.

“A chi non è capitato di raccontare un evento supportato solo da un’immagine fotografica, o di confondere e sovrapporre il proprio ricordo con la descrizione fatta del racconto da un famigliare? In questa ricerca ci siamo accorte che diventiamo i nostri racconti, reali o fantastici. Derivati e supportati da immagini di filmini e fotografie.
Per Su l’Umano sentire, che è il macro titolo del nostro nuovo lavoro - che si declinerà in più capitoli - di cui il primo capitolo è Souvenir di Lugano. Ricordo di Lugano, siamo partite da un’idea, che è sempre alla base dei nostri lavori installativo/teatrali: la necessità d’indagare l’applicazione di nuove forme alla pratica del teatro partecipativo. Ci interroghiamo sempre su delle forme che possano includere spettatori e comunità. Teatro come laboratorio collettivo, microcosmo della nostra società, luogo di confronto del pubblico con sé stesso come collettività.
E da qui siamo partite alla volta di una lunga esperienza, non senza ostacoli. Un lungo lavoro organizzativo, di comunicazione del progetto ai cittadini che, dopo una prima fase di diffidenza, hanno aperto il cuore e sono arrivati in massa a regalarci i propri ricordi. Il risultato, una video-installazione proiettata sulla facciata esterna del Palazzo dei Congressi, è il dono che i partecipanti hanno fatto a noi e alla loro città: Lugano” 
Officina Orsi

Lugano attraverso i ricordi di chi la abita, di chi l’ha abitata o di chi ci è solo passato.
Una ricostruzione della città attraverso le memorie delle persone.
Una mappatura di Lugano attraverso i sentimenti. Un video proiettato, visibile a tutti avrà l’audio riservato solo a chi nella narrazione vuole immergersi e trovare-ritrovare una parte di sé e della città di Lugano attraverso le memorie e gli sguardi degli altri.
Di chi ha visto Lugano cambiare e trasformarsi, una memoria per non dimenticare, una nuova maniera di ricreare la collettività “abitando” i ricordi di altri e facendoli diventare le proprie memorie.

Souvenir di Lugano. Ricordo di Lugano, per raccontare a chi c’era e a chi non c’era. Per ricomporre un percorso personale attraverso la memoria collettiva.
Souvenir di... Ricordo di... è un invito alla condivisione. Unendosi alla comunità, attraverso “storie di vita”, a volte dal sapore vagamente nostalgico, altre surreale o cinico, la storia si replica e si perpetua.
I frammenti ci aiutano a ricostruire, come se fosse un grande disegno dove unire i puntini, la nostra personale storia e una collettiva narrazione delle esperienze, che accomunano l’umano in relazione alla città, dove questa vita si è mossa e si muove, transita, nasce e muore e resta nei reperti che conserviamo e nei dettagli che ricordiamo e qui condividiamo.

Questa è la versione per spazi aperti. Durante il FIT Festival internazionale del Teatro e della scena contemporanea, verrà presentata la versione wunderkammer ideata per spazi chiusi (dal 1 al 7 ottobre presso lo Studio Foce). Dal 23 al 25 maggio 2017 Su L’Umano sentire arriverà al LAC con il secondo capitolo.

In caso di pioggia le proiezioni del 28 e 29 agosto verranno spostate in luogo chiuso da definire.
Ingresso gratuito. Posti limitati.
Il posto potrà essere prenotato direttamente in loco la sera dello spettacolo/proiezione presso il Piazzale del Palazzo dei Congressi a partire dalle ore 20:00.
Per ritirare l’audio cuffia, che darà diritto al posto e consentirà di ascoltare i racconti e le testimonianze, bisognerà lasciare un documento d'identità che verrà restituito alla fine della serata.