I

gio 12.09.13 - dom 15.09.13

Tutto il giorno
Babel

gio 12.09.13 - dom 15.09.13

Tutto il giorno

Babel - Festival di letteratura e traduzione

Edizione 2013: francofonia africana

Babel è il festival letterario centrato sulla traduzione, sia in senso stretto - scrittori che hanno uno stretto rapporto con più lingue o più culture a dialogo con i loro traduttori italiani, laboratori di traduzione, traduzioni tra le arti e pubblicazione di libri - sia come metafora di ospitalità linguistica, attraversamento e incontro.

Ogni anno Babel invita una lingua ospite, e questa si presenta sotto forma di scrittori, artisti, musicisti e traduttori: l'ungherese, le lingue balcaniche, gli inglesi uniti d'America, il russo, lo spagnolo messicano e le lingue della palestina.

Accanto alla programmazione letteraria, denominata «La parola oltre i confini», con «Oltre i confini della parola» Babel estende la sua ricerca agli altri linguaggi artistici. Completano il festival il Settore ricerca, Scuole, extraBabel, infraBabel.

Edizione 2013: francofonia africana

La parola oltre i confini

Nel 2013 Babel attraversa il continente africano alla ricerca delle giovani voci e delle nuove letterature di lingua francese.
Per orientarsi in un ambiente così vasto e variegato, Babel ha seguito piste precise: la contaminazione del francese con le lingue locali o l’oralità; la reinterpretazione della tradizione in rapporto alla cultura africana, francese e globale; le recenti rivoluzioni del sistema letterario; un arco geografico che parte dall’isola del Madagascar e passando dal Maghreb si spinge gradualmente verso il centro del continente.
Babel ha scelto di intraprendere questa ricerca perché la letteratura africana è spesso un prodotto d’esportazione: poco diffusa all’interno del continente, deve soddisfare le leggi del mercato culturale occidentale con la sua predilezione per la letteratura di genere e il facile esotismo.

Programma completo


Informazioni extra

Cinebabel - Africa francofona

Il punto sulla situazione del cinema africano viene tradizionalmente fatto ogni due anni durante il FESPACO, il Festival del cinema panafricano di Ouagadougou, capitale del Burkina Faso. 

Il festival Babel sarà poi inaugurato, giovedì 12 settembre, con la prima proiezione svizzera dell’ultimo film di Gianni Amelio, Le premier homme, tratto dal romanzo postumo e incompiuto di Albert Camus, di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita. Film girato in Algeria e che, a dispetto della sua importanza e della sua qualità, è stato vergognosamente ignorato dai distributori elvetici.

Programma CineBabel


Promotori

Babel Festival
6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)76 330 79 36
www.babelfestival.com
comunicazione@babelfestival.com
Contatto: Barbora Jurickova