dom 01.09.13

16:15

sab 31.08.13

14:30
Luigi d'elia

Aspettando il vento

Festival Internazionale di Narrazione

Artista ed educatore, Luigi D’Elia lavora da oltre dieci anni con il suo collettivo per animare esperienze di ritorno alla natura e di educazione ambientale rivolte a bambini e adulti. Sempre alla ricerca di nuovi linguaggi, dello spettacolo di quest’anno dice: "Sentiamo che questo racconto chiude una trilogia. Non so dire perché. Lo sento. Dopo potremmo raccontare di altro."
Con lo spettacolo "Aspettando il vento", una produzione congiunta della Cooperativa Thalassia di Brindisi e del Festival, si completa la serie dei lavori di narrazione dedicata a quei bambini che nel buio degli spettacoli in cui si racconta di paesaggi desolati senza alberi, dove si muore di sete oppure di lupi, orsi e foreste paurose, trovano il coraggio di gridare «Ti aiuto io! Ti aiuto io!». In quello spazio di fragilità, nel sentirsi l’uno dipendente dall’altro alla ricerca del nutrimento e dell’affetto, c’è la possibilità di immaginare un modo diverso di stare al mondo, di rapportarsi con la natura, di essere umani.

Arturo è un bambino che nella vita sarà sempre un pinguino: non c’è niente da fare, non volerà mai. Il suo papà viaggia per lavoro e ora c’è una nuova casa, un nuovo paese. Il suo papà ha i capelli che cambiano con il vento: lisci con la tramontana, ricci con lo scirocco. Nel nuovo paese c’è Caterina, una ragazzina che sa tutto sugli uccelli migratori ed è troppo carina, anche se ha gli occhiali e l’apparecchio sopra e sotto. Poi c’è Andrea, un bambino con una passione così profonda da far presagire un destino più grande, misterioso e magico: lui nella vita sarà una rondine, non c’è dubbio.
Un universo lieve, di avventure e giochi, tutto da scoprire. Un’amicizia che ha il suono del vento tra le canne e del silenzio sullo stagno al tramonto. Arturo, Caterina e Andrea sembrano disegnati sull’acqua dello stagno, hanno il cielo dentro, affrontano il mistero e insieme si raccontano, con la meraviglia dentro gli occhi.

L'evento si terrà alla Bonaga.


Entrata

Prezzi d'ingresso
Adulti: CHF 10.-
Giovani fino a 25 anni e AVS/AI: CHF 10.-
Bambini da 5 a 13 anni: CHF 5.-


Informazioni extra

Età: da 8 anni.
Durata: 60 minuti.


Spettacolo di Luigi d’Elia e Francesco Niccolini costruito e raccontato da Luigi d’Elia
Regia di Francesco Niccolini e Fabrizio Pugliese
Musiche di Alessandra Manti e Giancarlo Pagliara


Promotori

Festival Internazionale di Narrazione
Casella postale 284
6864 Arzo
www.festivaldinarrazione.ch
info@festivaldinarrazione.ch