Nr145

L’uomo è solo?

Nel mondo affollato in cui cedono le relazioni significative e aumentano le diversità la solitudine cresce.

Si segnala che il programma previsto subirà una variazione perché il professor Marc Augé non potrà venire in Ticino e verrà sostituito dal professor Michel Agier, etnologo e antropologo.

Quale solitudine? Il concetto racchiude i significati di stare da soli e sentirsi soli e può assumere sfaccettature diverse. Essere soli può essere una condizione necessaria per intraprendere un percorso nella ricerca di senso e liberarsi dalla condivisione con la maggioranza per sviluppare la propria autonomia di pensiero e di azione. Essere soli è allora una scelta per una pienezza dell’esistenza.
“Essere soli è il destino di tutti i grandi spiriti: un destino a volte deplorato ma sempre scelto come il minore dei mali” (Schopenhauer, “Aforismi sulla saggezza della vita”).
Ma la solitudine è anche il sentimento che accompagna il restringimento delle possibilità, la finitezza dell’esperienza rispetto all’infinito spaziale e temporale. Di fronte al proprio destino ultimo si è soli “Ognuno sta solo sul cuor della terra, trafitto da un raggio di sole, ed è subito sera” (Quasimodo, “Ed è subito sera”). La solitudine è una condizione ineludibile dell’esistenza umana data dall’impossibilità di uscire dal proprio modo di percepire le cose.
L’arte, che ha rappresentato nella sua storia il distacco del genio rispetto al mondo quanto il desiderio di vivere in compenetrazione con esso, ha utilizzato la solitudine come strumento di meditazione e di costruzione formale, ma ne ha anche fatto la culla protetta di una sensibilità metafisica che dal Rinascimento chiamiamo melancolia. 

Ospiti speciali della serata: Michel Agier (etnologo e antropologo), Telmo Pievani (filosofo e storico della biologia), Bice Curiger (Critica d'arte e curatrice), Thomas Ruff (artista), N. T. Binh (critico cinematografico).

Programma della giornata:

Ore 11.00 Saluto della Città di Lugano
L'On. Sindaco Marco Borradori

Introduzione
Marco Franciolli
direttore del Museo Cantonale d'Arte e del Museo d'Arte
Modera Elena Volpato, Storica dell'arte

Ore 11.15 Relazione introduttiva
Salvatore Settis archeologo e storico dell'arte

Ore 11.50 Relazione
Michel Agier etnologo e antropologo

Ore 12.30 Pausa

Ore 14.00 Relazione
Telmo Pievani
filosofo della scienza e biologo

Ore 14.30 Relazione
Bice Curiger storica dell'arte

Pausa

Ore 15.30 Presentazione
Thomas Ruff artista in dialogo con Bice Curiger e Elena Volpato

Ore 16.10 Relazione
N. T. Binh
critico cinematografico

Ore 16.40 Discussione e chiusura dei lavori


Informazioni extra

L’ingresso è libero sino ad esaurimento dei posti disponibili.
Per ragioni organizzative si prega di confermare la propria partecipazione a info@associazione-nel.ch


Promotori

Associazione Fare arte nel nostro tempo
Corte dei Brilli 1
6944 Cureglia
Tel. +41 (0)91 9668128
www.associazione-nel.ch
info@associazione-nel.ch