I

mar 18.02.14

18:30
6051338334 581634c069 b

mar 18.02.14

18:30

"Il passadondolo" di Enrica Caretta

Presentazione del libro

"Prendete una delle cose meno personali che ci sono - le parole, che sono uguali per tutti, chiuse nel vocabolario - apritela, e dentro ci troverete contenuta, come un tesoro, la vita intera, personalissima di ciascuno di voi".

Eppure ogni anno, inesorabilmente, alcune parole scompaiono. Cancellate, come se avessero perso il diritto di cittadinanza nel nostro linguaggio. Con “Il Passadondolo” Enrica Caretta, giornalista, è andata a fondo della questione, riprendendo un'idea di Javier Marías e mettendosi sulle tracce delle parole espunte dal Dizionario Devoto-Oli. L'idea: farle adottare da personaggi della cultura, dello spettacolo, della letteratura, da studiosi, filosofi, scienziati, chiedendo loro anche di inventarne una e di rispolverarne un'altra, per darle nuovo vigore. Esercizio di stile, divertissement, questo libro è un omaggio alla lingua italiana in cui si sono cimentati da Andrea Camilleri a Pupi Avati, da Paolo Poli a Emma Dante, Patrizia Valduga, Maurizio Maggiani, Ferruccio de Bortoli, Alessandro Bergonzoni. Lo spirito è quello di un gioco. Il risultato è un libro in cui le parole si trasformano in idee che aprono una finestra sul Paese in cui viviamo e sulla visione del mondo di chi le ha scelte. 

Enrica Caretta giornalista, ha incominciato in un quotidiano (la Gazzetta del Popolo di Torino) e a Milano è approdata a Io Donna e poi Marie Claire, dove si occupa di attualità. “Il Passadondolo, dizionario delle parole ritrovate e adottate” è il suo primo libro.

Presente l'autrice e moderato da Laura di Corcia, giornalista

Immagine: flickr.com Jorge Mejía peralta


Promotori

Dicastero Cultura, Sport ed Eventi - Divisione Eventi e Congressi
via Trevano 55
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 866 48 00
eventi@lugano.ch