I

sab 15.02.14

10:30 - 16:30
Cinese

sab 15.02.14

10:30 - 16:30

Zao Wou-Ki "Boundless"

Seminario internazionale

Al seminario internazionale dedicato all’opera dell’artista cinese Zao Wou-Ki, in programma all’Heleneum sabato 15 febbraio 2014 (10.30 – 16.30) l’ospite d’onore sarà la vedova dell’artista, Françoise Marquet

La vedova di Zao Wou-Ki, Françoise Marquet, sarà a Lugano da stasera a domenica mattina e parteciperà al seminario internazionale di studi dedicato al marito e organizzato al Museo delle Culture di Lugano sabato 15 febbraio (dalle 10.30 alle 16.30).

Il seminario raccoglie gli interventi di studiosi provenienti da Europa, Stati Uniti e Cina i quali metteranno in luce gli esiti dell’incontro tra la cultura e la tradizione orientali che costituivano la base formativa del pittore e la ricerca estetica dell’Occidente, dove Zao Wou-Ki visse a lungo, confrontandosi con artisti e movimenti di ogni genere.

Per comprendere l’importanza che Zao Wou-Ki (probabilmente il più grande pittore della Cina moderna, scomparso il 9 aprile 2013 a Nyon) ricopre oggi nel mercato dell’arte è sufficiente ricordare quanto accaduto due mesi fa, nel dicembre 2013, nella prima asta di Sotheby’s a Pechino: un’opera di Zao Wou-Ki (Abstraction, 1958) è stata venduta al collezionista cinese Zhang Xiaojun per 14,7 milioni di dollari dopo una battaglia tra 8 bidders in sala e al telefono durata 5 minuti. L’opera, che partiva da una stima di 5 milioni, ha letteralmente polverizzato il record precedente di 11 milioni di dollari che sempre Sotheby’s aveva raggiunto in un’asta di opere di Zao Wou-Ki a Hong Kong.

Il seminario del Museo delle Culture di Lugano è organizzato in collaborazione con i Servizi culturali della Città di Locarno, in occasione della retrospettiva dedicata all’artista alla pinacoteca comunale di Casa Rusca.

Poco meno di un anno fa, il 9 aprile 2013, moriva a Nyon all’età di 93 anni Zao Wou-Ki. Al celebre artista franco-cinese è dedicato un seminario internazionale di studio organizzato al Museo delle Culture di Lugano. Studiosi europei, americani e cinesi metteranno in luce gli esiti dell’incontro tra la cultura e la tradizione orientali, che costituiscono la base formativa del pittore, e la ricerca estetica dell’Occidente, dove Zao Wou-Ki visse a lungo, facendo confluire nel suo astrattismo lirico le influenze di artisti e movimenti diversi (Matisse, Cézanne, Picasso, Klee, pop-art,…).

Zao Wou-Ki nacque a Pechino nel 1920 e studiò calligrafia all’Accademia cinese di Belle Arti di Hangzhou. Nel 1948 si trasferì a Parigi; soggiornò anche negli Stati Uniti e nel 1964 fu naturalizzato francese. Trascorse gli ultimi anni della sua vita presso Nyon, sul lago di Ginevra, dopo aver smesso di dipingere per problemi di salute.

Per comprendere l’importanza di Zao Wou-Ki nel mercato dell’arte odierno, basti ricordare che un paio di mesi fa, nella prima asta di Sotheby’s a Pechino, una sua opera è stata venduta per quasi 15 milioni di dollari, polverizzando il record precedente di 11 milioni di dollari, raggiunto in un’asta a Hong Kong.

Scarica Programma CS


Informazioni extra

I relatori del seminario si esprimeranno in francese, italiano e inglese.

Le iscrizioni sono al completo essendo stato raggiunto il numero massimo di adesioni.

A margine del seminario, dalle 17.00 alle 19.00, sempre all’Heleneum, sarà possibile gustare specialità gastronomiche cinesi e festeggiare il Capodanno cinese e la Festa delle Lanterne.


Promotori

Museo delle Culture
Riva Caccia 5
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 866 69 60
www.mcl.lugano.ch
info.mcl@lugano.ch
Fax. +41 (0)58 866 69 69