Incenso

La disciplina del silenzio: il silenzio nelle pratiche di meditazione

Sensi del Silenzio

Daniele Bollini e Padre Andrea Schnöller

Ma allora che cos’è il silenzio? Si può ipotizzare l’esistenza di una sorta di “grammatica” del silenzio che permetterebbe di ritrovare delle costanti all’interno della diversità e della molteplicità 
delle esperienze del silenzio? Il silenzio è un fenomeno naturale, tecnico o discorsivo? Oppure si situa all’incrocio di queste tre varianti, crocevia di fisica, tecnica e discorso?
 Al fine di valorizzare questi ed altri interrogativi Sensi del silenzio indaga il silenzio come esperienza percettiva, come forma del sentire umano, ma anche come fenomeno legato al tempo, allo spazio, alla cultura e alla tecnologia.

L'incontro con Padre Andrea Schnöller e Daniele Bollini costituisce l'occasione per assistere a un dialogo che verte sul legame fondamentale fra il silenzio e la spiritualità. Il tema che viene affrontato è quello della meditazione, una pratica molto antica che intrattiene un rapporto privilegiato con l'esperienza del silenzio. La meditazione può essere considerata come una vera e propria arte del silenzio, e come tale rappresenta una via d'accesso privilegiata per la conquista di un silenzio che avvicina l'essere umano alla verità divina e terrena. Nella meditazione, il silenzio è il risultato di un percorso conoscitivo, di una ricerca interiore. Da questo punto di vista, il silenzio viene conquistato lentamente, mettendo in pratica una serie di tecniche basate sulla concentrazione e sulla disciplina della mente e del corpo. Ma in che modo ciò favorisce l'esperienza del silenzio? Quali sono le specificità delle tecniche di disciplina del corpo e della mente che vengono esercitate nella pratica della meditazione? E qual è il margine di creatività di cui l'individuo dispone nell'esercizio di queste tecniche?

Daniele Bollini è insegnante di italiano e storia nel settore medio ticinese, dove opera dal 1990. Dal 1989 è istruttore e insegnante nella tradizione del buddismo shambhala. Dal 1990 al 2005 è stato direttore del Centro Shambhala Ticino e nel 2011 è stato nominato Shastri ("esperto in testi e commentari") da Sakyong Mipham.
Padre Andrea Schnöller è un frate cappuccino. Ha frequentato la scuola di giornalismo all'Università Cattolica di Milano ed è impegnato nell'animazione di vari gruppi di meditazione in Italia e in Ticino. Da più di trent'anni tiene corsi di meditazione.

Programma "Sensi del Silenzio" PDF


Immagine: flickr


Promotori

Biblioteca cantonale Bellinzona
Viale S. Franscini 30a
6500 Bellinzona
Tel. +41 91 814 15 00/14
www.sbt.ti.ch/bcb/home
bcb-segr.sbt@ti.ch