Doria miglietta

Ludwig van Beethoven, un rivoluzionario?

Viavai – Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia

«Anarchia Crocevia Ticino» è un progetto ideato nell'ambio dell'iniziativa "Viavai – Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia" che si confronta con il tema dell'anarchia in una serie di manifestazioni, quali mostre d’arte, eventi di danza e conferenze, incontri musicali, laboratori e installazioni fotografiche. 


Concerto: Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sonata n 8 op 13 in do min “Pathétique”
Sonata n 32 op 111 in do min

Con Giovanni Doria Miglietta al pianoforte

La libertà prima di tutto, si potrebbe dire di Beethoven. Libertà dell'umano, celebrata nello slancio mistico, religioso e fraterno della Nona Sinfonia, e libertà che trova spazio nel gioioso coro dei prigionieri alla fine del primo atto del Fidelio. Ma anche la musica strumentale fu per Beethoven un ambito privilegiato per l'esercizio della libertà di andare oltre le consuetudini, che pure conosceva benissimo. Il genio di Bonn diede uno dei primi strappi nella tredicesima Sonata per pianoforte, la "Patetica" e uno degli ultimi nella Sonata op. 111, l'ultima delle 32 scritte per pianoforte solo, tanto avanguardistica da essere giudicata incomprensibile e ineseguibile dai suoi contemporanei.

Givanni Doria Miglietta inizia lo studio del pianoforte con il padre e successivamente si diploma al Conservatorio di Genova sotto la guida di Lidia Baldecchi Arcuri.Consegue la laurea  di secondo livello ad indirizzo concertistico presso il Conservatorio G.Verdi di Torino. Ha tenuto concerti per prestigiosi festival.Sta incidendo per l'etichetta londinese Piano Classics l'integrale delle trascrizioni e composizioni per pianoforte solo del grande pianista americano Earl Wild.

Programma «Anarchia Crocevia Ticino»


Entrata

CHF 20.- Entrata
CHF 15.- AVS, AI
CHF 10.- soci Musica ne l Mendrisiotto

entrata gratuita Ragazzi fino ai 16 anni e Studenti del Conservatorio


Promotori

Museo d'arte Mendrisio
Piazzetta dei Serviti 1
6850 Mendrisio
Tel. 0041 (0)58 688 33 50
museo.mendrisio.ch
museo@mendrisio.ch
Fax. 0041 (0)58 688 33 59