Usi lugano 666 296

Le cellule staminali - l'illusione dell'immortalità?

In tutto il mondo la ricerca scientifica sulle cellule staminali sta facendo continui progressi. Le aspettative sono grandi, soprattutto da parte dei malati, con il rischio, tuttavia, di creare anche illusioni. Se, infatti, le cellule staminali sono già utilizzate con successo per il trattamento di leucemie, mielomi, linfomi e per trattare alcune malattie e lesioni ossee e cutanee, per altre applicazioni, ad esempio per il Parkinson, l'Alzheimer, il diabete, la sclerosi laterale amiotrofica o le lesioni del midollo spinale, non vi sono ancora terapie consolidate e omologate.

Il dibattito è dunque sempre aperto non solo a livello scientifico, ma anche sul piano della regolamentazione del settore, per evitare applicazioni poco serie se non addirittura dannose, e delle implicazioni etiche, in particolare per quanto riguarda le cellule staminali embrionali (il cui impiego è autorizzato dalla legislazione svizzera a precise condizioni).

Di tutto ciò si parlerà venerdì 28 novembre alle ore 18.00 nell'aula magna dell'Università della Svizzera italiana a Lugano durante la conferenza intitolata: "Le cellule staminali: l'illusione dell'immortalità?". Organizzata dalla Fondazione Fondo Loris, la serata, che sarà moderata dalla giornalista della RSI Franca Verda Hunziker, vedrà la partecipazione di tre illustri ospiti:

Marisa Jaconi PhD biologa, docente e ricercatrice presso il dipartimento di patologia e immunologia della facoltà di medicina dell'Università di Ginevra, tra i massimi esperti di cellule staminali embrionali; 
Alberto Bondolfi, teologo, già docente di etica alle Università di Zurigo, Losanna e Ginevra, membro della Commissione nazionale di etica per i problemi della medicina umana, spesso chiamata ad esprimersi su questioni di grande attualità come il testamento biologico, l'eutanasia e l'accanimento terapeutico; 
Sergio Bellucci, dr. ing. agr. dipl. ETHZ, direttore del Centro svizzero per la valutazione delle scelte tecnologiche TA-Swiss Technology Assessment, ancorato all'Accademia svizzera delle scienze; sotto la sua guida il TA-Swiss ha realizzato diversi studi su temi come la biotecnologia e la medicina, la società dell'informazione, le nanotecnologie, la mobilità e l'energia. 

Depliant PDF


Informazioni extra

Riservazione non è obbligatoria, entrata è libera.

Eventi come questo servono anche per raccogliere mezzi a favore della Fondazione Fondo Loris, perciò all’entrata della sala possono essere ritirate le polizze di versamento per un eventuale contributo volontario. Tali polizze vengono spedite direttamente a casa se si prenotano i posti sul sito www.fondazione-loris.ch.
Il ricavato delle donazioni sarà interamente utilizzato per migliorare la qualità di vita delle persone sostenute dalla Fondazione.


Promotori

Fondazione Fondo Loris
via Pobbia 2A
6514 Sementina
Tel. +41 (0)91 857 06 87
www.fondazione-loris.ch
info@fondazione-loris.ch