sab 28.02.15

22:00
Ronin

sab 28.02.15

22:00

Ronin + Black Fluo

Raclette

Quando i Ronin annunciano un nuovo disco c’è sempre bisogno di un “previously on…”, come si trattasse di una serie tv. E infatti, prima di immergersi nel loro quinto album, si deve fare un passo indietro: eravamo rimasti allo splendido Fenice, cui era seguito un tour monstre tra l’Italia e l’Europa, così lungo, serrato e stremante da lasciare svariati pezzi per strada, con l’eccezione del deus ex machina e titolare del progetto Bruno Dorella. Ma nessuna catastrofe, perché fa parte dello spirito dei Ronin il reinventarsi continuamente, come un samurai senza padrone, come pirati e gentiluomini che oggi ci sono, domani chissà. Ci vuole ben altro a fermare Dorella, che tra OvO, Bachi da Pietra e Ronin (appunto) è sempre più un totem tra gli indipendenti italiani: si è preso il tempo necessario per scegliersi dei nuovi coprotagonisti, strumento per strumento, e ora (ri)comincia con , una formazione giovane ma già potentissima, nell’attitudine come nella tecnica musicale!

Con queste premesse è nato Adagio Furioso, un titolo più che mai rappresentativo ed evocativo nell’unire i sentimenti contrastanti che da sempre costituiscono l’anima di Dorella e dei Ronin, la tradizione classica e melodica con l’urgenza espressiva del punk, le carezze con le sferzate.
 

Black Fluo nascono a Chiasso, sul confine tra Svizzera e Italia ma con lo sguardo, l'indole e il cuore all'Europa e al mondo. Caratterizzati da suoni oscuri e notturni, metropolitani e meticci. Più che una fotografia ricordano una realtà al confine estremo, costellata da binari e treni sferraglianti verso il vuoto, che si nutre di congruenze e incongruenze. In Billion Sands proprio come convogli galleggianti nel silenzio si incontrano nel buio i suoni più disparati, voci, chitarre, elettronica e sintetizzatori ambientali. I testi, frammentari, simbolici e forse anche un pò ermetici, ritornano spesso su alcune tematiche primordiali come la ricerca della madre e del padre, il viaggio metaforico della terra desolata (che ricorda Eliot) e l'incombente fine del tutto. Una conclusione cosmica che è inevitabile e deve arrivare.


Entrata

CHF 12.-
CHF 10.- Con Lugano Card e City Card Lugano

Spettacolo in abbonamento FOCE


Informazioni extra

Info e prevendita: 
 
Sportello Foce
Via Foce 1
6900 Lugano
T. +41 (0)58 866 48 00
sportello.foce@lugano.ch
Lun - mer - ven: 08:00-12:00 / 13:30-17:30
Mar - gio: 08:00-18:30 
Sab - dom: 13:30-18:30
 
Sportello Molino Nuovo
Via Trevano 53
6900 Lugano
T. +41 (0)58 866 60 65
Lu - Ve 07:30 - 12:00 / 13:30 - 17:00
 
Punto Città
Via della Posta 8
6900 Lugano
T. +41 (0)58 866 60 02
Lu - Me - Ve 07:30 - 12:00 / 13:30 - 17:00
Ma - Gio 07:30 - 18:00


Diego Pasini (Action Men e Cacao) al basso

Matteo Sideri (Ex Above The Tree And The E-Side) alla batteria

Cristian Naldi (Fulkanelli) alla chitarra,



Promotori

Dicastero Cultura, Sport ed Eventi - Divisione Eventi e Congressi
via Trevano 55
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 866 48 00
eventi@lugano.ch