B2ap3 thumbnail logo post 20140702 131240 1

Presi per il PIL

L'economia nonviolenta e la decrescita felice

In un ambiente dalle risorse finite non ci può essere una crescita economica infinita. Il nostro stile di vita "compra e getta", incentrato sul volere sempre di più, ha creato un danno enorme, un debito con la nostra terra e con il futuro benessere dei nostri figli. Sempre più persone si rendono conto che la crescita del Prodotto Interno Lordo (PIL), e quindi dell'economia dei consumi, non corrisponde a una crescita del nostro benessere e della felicità. Per questo motivo il CNSI propone una conferenza e una serie di documentari che possono fungere da punto di partenza per una discussione sulle alternative alla crescita economica. Tutti i film hanno un elemento in comune: una strada che si basa sull'economia nonviolenta di Gandhi e che si può chiamare la decrescita felice: "Vivere semplicemente per permettere agli altri semplicemente di vivere".

Alle proiezioni seguirà una discussione, moderata dal regista Stefano Ferrari. 

Un film di Andrea Bertaglio, Stefano Cavallotto, Lorenzo Fioramonti

Documentario | Italia | 2014 | 65' 

Il dogma del PIL domina in modo assoluto sui media, in politica, nell’opinione pubblica: sviluppo uguale crescita. E la crescita non può che essere l’aumento del Prodotto Interno Lordo. 

Ma sono in tanti a non essere d’accordo. Non solo economisti e studiosi che nel film spiegano in modo semplice come il PIL abbia colonizzato il discorso politico ed economico, ma anche tante persone comuni che tentano nella loro vita quotidiana di liberarsi da questo assunto ideologico, adottando pratiche alternative. 

Persone che hanno scelto di vivere senza più inseguire il mito della crescita infinita imposto dal sistema. Che hanno scelto, ognuno nel suo ambito e a suo modo, di mettere in pratica nel quotidiano la teoria della decrescita. 

Presi per il PIL è un documentario, un viaggio lungo l’Italia alla scoperta di alcune di queste storie.

Programma serate


Promotori

Centro Nonviolenza Svizzera Italiana (CNSI)
Casella Postale 1303
6500 Bellinzona
Tel. 091/825.45.77
www.nonviolenza.ch
info@nonviolenza.ch