I

Flickr   david davies

La Fabbrica del Duomo di Milano

Un cantiere di respiro internazionale

La ricercatrice milanese Clara Moschini è riuscita, attraverso un lungo e meticoloso lavoro d'archivio, a evidenziare, per la prima volta, lo straordinario contributo dei maestri del Lago di Lugano alla costruzione del Duomo di Milano. Il suo studio concentra l'indagine sulla vita dell'immenso cantiere della cattedrale milanese, uno dei più importanti tra quelli italiani ed europei. È così nato un racconto serrato e avvincente che fa “parlare” e “vivere” le fonti archivistiche sui primi cento anni di attività della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, un esempio unico di complessità organizzativa, con aspetti di assoluta eccellenza, sicuramente il periodo più interessante e complesso della costruzione che vede anche la presenza nel cantiere di Leonardo da Vinci e di Donato Bramante. Nel cantiere del Duomo di Milano, dopo la decisione di Gian Galeazzo Visconti di utilizzare il marmo per la costruzione della nuova cattedrale, accorrono in gran numero maestri del Lago di Lugano, specialisti nella lavorazione della pietra. A Milano, infatti, dove dura la tradizione romanica e l'uso del mattone, questo tipo di lavorazione era sconosciuto.


Relatori: 

Gerardo Rigozzi, Fabrizio Panzera, Giulia BenatiClara Moschini


Promotori

Biblioteca Cantonale Lugano
Viale Carlo Cattaneo 6
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 815 46 11
www.sbt.ti.ch/bclu
bclu-segr.sbt@ti.ch