2961565820 3d59b7bdfb z

Sto perdendo la memoria?

La Settimana del cervello in Ticino

L'ideatorio promuove la "Settimana del cervello" in Ticino. Tra il 15 e il 22 marzo sono previste delle conferenze per il pubblico e nelle scuole, così come un simposio medico. Lo scopo dell'iniziativa è sensibilizzare la popolazione sui progressi realizzati nell'ambito della ricerca sul cervello, sulle terapie delle malattie neurologiche e psichiatriche e sulla loro prevenzione. La Settimana del cervello è organizzata in concomitanza con altri 65 paesi del mondo e nasce dall'iniziativa della European Dana Alliance for the Brain (EDAB). Nella Svizzera italiana, grazie ad un comitato locale, vengono proposti diversi incontri con a tema il cervello. Per l'edizione del 2015 il tema princpale è "la memoria". Per gli istituti scolastici interessati, la Settimana del cervello, nel limite del possibile, mette a disposizione relatori (neurologi, neurobiologi) per organizzare conferenze su un tema legato alle neuroscienze. 

Sto perdendo la memoria?

Malattia Alzheimer oppure semplici problemi di memoria? Conferenza pubblica con Dr med. Pierluigi Quadri, Caposervizio Geriatria OBV e ORL , Dr. Paolo Paganetti, responsabile ricerca di base del Neurocentro della Svizzera italiana e Dr. Med. Leonardo Sacco, capoclinica presso il Neurocentro della Svizzera italiana. Moderazione: Dr. Giovanni Pellegri. 

La malattia di Alzheimer colpisce il 5 % delle persone che hanno superato i 65 anni e il 40 % delle persone che hanno superato gli 85 anni. Delle sostanze (il peptide amiloide o la proteina tau) si trasformano da amici a nemici nel nostro cervello e bloccano le comunicazioni fra i nostri neuroni portandoli alla degenerazione. Un fenomeno che si riscontra anche in altre malattie neurodegenerative come la malattia di Parkinson. Inizialmente vengono coinvolti i centri delle memoria, si dimentica dove si è parcheggiata la macchina, dove si sono messe le chiavi, l’appuntamento con il dentista. Poi i nostri ricordi del passato e le nostre conoscenze culturali e lessicali si affievoliscono e la nostra iniziativa spesso scema con l’umore che diventa altalenante. La nostra vita familiare viene messa a dura prova e gli equilibri relazionali devono trovare nuovi sbocchi. Nella terapia farmacologica in corso di sperimentazione e negli aiuti sociali dobbiamo trovare una risposta a questo problema che coinvolge tutti noi.


Informazioni extra

Programma 

Informazioni per il simposio medico

Immagine: Flickr.com - Dierk Schaefer



Promotori

L’ideatorio, USI - Università della Svizzera Italiana
Via Lambertenghi 10 A
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 666 45 20
www.ideatorio.usi.ch
ideatorio@usi.ch