108

La guerre dans le Haut Pays

tra terra e cielo

L’autore, l’uomo, il suo sguardo sulla comunità umana

In occasione della XX Settimana della Lingua francese e della Francofonia, un omaggio a C. F. Ramuz (Losanna 1878 - Pully 1947), il maggior scrittore della Svizzera romanda: autore emblematico della francofonia, ponte tra la Romandia natale e Parigi, interprete originalissimo di ricche varianti della lingua come espressione di mondi particolari e "locali" e di percezioni "globali", proprie dell'umanità di ieri e di oggi, Ramuz è "un luogo e una lingua per dire l'universale".

La guerre dans le Haut Pays

Francis Reusser, 1998 - alla presenza del regista

Svizzera/ Belgio/Francia 1998, 35mm, colore, 105'

dal romanzo omonimo di C.F. Ramuz, 1915

Nell'inverno 1797-98, l'armata napoleonica, alleata con i rivoluzionari vodesi, si batte contro l'occupante bernese. Nella vallée des Ormonts, i pro-bernesi resistono, temendo le idee dei lumi. Ma gli abitanti sono divisi. In questo contesto, il giovane David Aviolat, figlio di un conservatore puro e duro, si innamora di Julie Bozon, ragazza nata da un padre progressista e da una madre radicata nella tradizione contadina. Rinnegato dal padre, diviso tra le idee rivoluzionarie e la passione amorosa, David si arruola nelle truppe francesi.

La trasposizione di questo romanzo mi ha interessato perché affronta dei temi universali, come i rapporti padre-figlio, l'ostinazione amorosa delle donne, la libertà, temi ancora molto attuali (.) Jean-Claude Carrière e io ci siamo presi molte libertà rispetto al libro, soprattutto nei dialoghi. E la cosa non era difficile, dato che non si tratta del miglior romanzo di Ramuz.

Versione originale in francese, sottotitoli in tedesco

Programma tra terra e cielo


Entrata

CHF 10.- / 8.- / 6.-


Promotori

Circolo del cinema di Bellinzona
6500 Bellinzona
www.cicibi.ch
info@cicibi.ch