2527645526 c40714554a z

Omero e anti-Omero. Vicende e fortune del mito troiano tra I e V secolo

Conferenza pubblica del prof. Emanuele Lelli

La tradizione dell'epica greca di materia troiana è una delle più fertili e radicate. Omero e il ciclo epico prima, la tragedia greca poi, nonché l'Eneide virgiliana, avevano consegnato alla cultura greca e romana una materia ben delineata nei suoi tratti fondanti, ma anche ricca di varianti e segmenti mitici a volte sorprendenti. Così, fin dal I secolo, si delineano due differenti atteggiamenti nei confronti del modello per eccellenza, Omero. Un filone ‘omerico' più fedele ai contenuti dell'Iliade e alle caratteristiche degli eroi delineate nella cultura arcaica e classica, e un filone ‘paraomerico', a volte persino ‘antiomerico', che offre a lettori ormai sempre più avidi di ‘riscritture' versioni avventurose e stravaganti della vicenda troiana.
L'omerizzante Quinto di Smirne da una parte, e l'anti-omerico Ditti di Creta dall'altra, seguito da Darete Frigio e da numerosi autori bizantini, sono i casi esemplari di questa doppia - o meglio: bifronte - fortuna di Omero nei primi secoli dell'era cristiana. 


Emanuele Lelli (Liceo Tasso e Università della ‘Sapienza’ di Roma) è studioso di poesia ellenistica e di letteratura scientifica e tecnica greca e latina, della tradizione paremiografica (Volpe e leone. Il proverbio nella poesia greca, 2006; Erasmo da Rotterdam, Adagi, Bompiani 2013) e della cultura popolare antica e moderna (Folklore antico e moderno, Pisa-Roma 2014). Coordina da anni gruppi di giovani studiosi in iniziative editoriali sul mondo antico (I proverbi greci, Soveria Mannelli 2006; L’agricoltura antica, Soveria Mannelli 2009; la rivista Appunti Romani di Filologia, dal 1998). Ha coordinato il gruppo di lavoro che ha realizzato i due volumi sulla tradizione del ciclo troiano in età imperiale: Quinto di Smirne, Il seguito dell’Iliade (Bompiani 2013) e Ditti di Creta, L’altra Iliade (Bompiani 2015).


Informazioni extra

Immagine: www.flickr.com ho visto nina volare


Promotori

Associazione Italiana di Cultura Classica - Delegazione della Svizzera italiana
via Contra 478
6598 Tenero-Contra
Tel. +41 (0)91 745 38 02
www.culturaclassica.ch
segreteria@culturaclassica.ch
Contatto: Gian Pietro Milani