31056

La politica estera svizzera

Fra neutralità e promozione della pace, dalla Grande Guerra al Patto di Locarno

L'Associazione Amici di Giovanni Bassanesi e la Biblioteca cantonale di Locarno hanno il piacere di presentare la conferenza di Mauro Cerutti 

La politica estera svizzera fra neutralità e promozione della pace, dalla Grande Guerra al Patto di Locarno

Dopo il centenario dello scoppio della Grande Guerra, cade quest’anno il novantesimo anniversario della firma del Patto di Locarno. Le commemorazioni storiche offrono anche utili opportunità per uno sguardo critico sul passato, anche attraverso il filtro dell’attualità. Malgrado la neutralità ufficiale proclamata nell’agosto 1914, durante il conflitto la Confederazione elvetica è scossa seriamente da crisi interne. Una delle conseguenze della guerra mondiale è la creazione della Società delle Nazioni, cui la Svizzera aderisce nel 1920 dopo un voto popolare sofferto; ciò inaugura il periodo della cosiddetta «neutralità differenziata». Il Patto di Locarno, che apre grandi prospettive per la sicurezza e la pace in Europa, è un esempio significativo della politica dei «buoni uffici» offerti dalla neutralità elvetica.

Invito


con la partecipazione del Coro delle Rocce diretto da Maris Martinetti Scapozza 

Intervengono:

Stefano Vassere, Direttore delle Biblioteche cantonali di Locarno e Bellinzona
Brenno Bernardi, Presidente dell'Associazione Amici di Giovanni Bassanesi
Pasquale Genasci, storico


Promotori

Biblioteca Cantonale Locarno
Via Cappuccini 12
6600 Locarno
Tel. +41 (0)91 759 75 80
www.sbt.ti.ch/bclo
bclo-segr.sbt@ti.ch
Fax. +41 (0)91 759 75 99