Immagine

Horacio Ferrer, l'inventore di parole

L'importante vocabolario che l'Accademia della lingua spagnola ha messo a disposizione dei poeti che se ne sono serviti, è sembrato a Horacio Ferrer un recinto dentro al quale tutti i versi possibili per la sua sensibilità erano già stati scritti, illuminato da un'ispirazione poetica travolgente, coniugata con metafore e visioni dove la tenerezza conquistava lo spazio della fantasia. Tutto questo bagaglio di promesse lo ha seguito nella sua meravigliosa esperienza con il Tango. Una parola secolare che tra le sue righe è divenuta nuova come le sue parole inventate.

Ad accompagnarlo in questo viaggio onirico e insieme carnale sono stati soprattutto Astor Piazzolla come compagno e Anibal Troilo come duende. L'incontro con questo inventore di parole percorrerà soprattutto la sua meravigliosa traiettoria nel quadro tanguero, da giovane appassionato delle vertiginose composizioni piazzolliane ad angelico maestro dei maestri, anima bella e ultima, che questa cultura ha perso negli ultimi giorni del 2014. Un minuscolo omaggio che riporta questo poeta nel cuore della terra da dove i suoi avi sono partiti alla volta del Sud America.

Locandina


Relatore:

Franco Finocchiaro, musicista, compositore, docente e scrittore, membro della Academia nacional del Tango di Buenos Aires e presidente della Accademia italiana del Tango di Roma.

Presenta:
Michele Moretti


Promotori

Biblioteca cantonale Bellinzona
Viale S. Franscini 30a
6500 Bellinzona
Tel. +41 91 814 15 00/14
www.sbt.ti.ch/bcb/home
bcb-segr.sbt@ti.ch