I

gio 28.05.15

Tutto il giorno

ven 29.05.15

Tutto il giorno
Tribes of the world

Nuove configurazioni per il Mediterraneo: il ruolo delle donne

A quattro anni dalle primavere arabe il clima di fermento nei paesi del sud del Mediterraneo non si è attenuato. Le mobilitazioni e le proteste hanno portato a risultati importanti e avviato il cambiamento, tuttavia l’instabilità politica e l’affermazione dei partiti più estremisti indicano una strada ancora in salita. Sono in particolare le donne a uscirne penalizzate, quelle stesse donne che sono scese nelle piazze e hanno dato e continuano a dare un contributo fondamentale alle trasformazioni in corso.

L’obiettivo dell'incontro internazionale organizzato dal Laboratorio studi mediterranei dell’Università della Svizzera Italiana, è quello di offrire uno spazio di dialogo e incontro per discutere sulla condizione delle donne in questi paesi dove, nonostante il grande desiderio di cambiamento ed emancipazione, l’uguaglianza di genere è ancora lontana.

Il convegno è organizzato in onore di Vittorio Dan Segre e Luigiterzo Bosca e sarà l’occasione per dare voce a donne provenienti dal sud e dal nord del Mediterraneo, ma anche ad accademici, imprenditori, giornalisti e artisti. Sarà favorito un dialogo che possa individuare nuovi metodi, modelli e strade da intraprendere per capire e fronteggiare il problema, affrontandolo con prospettive interdisciplinari sul piano sia teorico sia pratico.

Nei due giorni di conferenza, verrà dato spazio a un dialogo su quattro aree tematiche nelle quali saranno chiamati a intervenire una serie di esperti internazionali. Tra di essi la scrittrice e giornalista israeliana Amira Hass, conosciuta per i propri articoli pubblicati sul quotidiano israeliano Haaretz. Interverrà parlando del culto delle armi e del ruolo delle donne in Palestina e Israele. Per l’area tematica dedicata alle donne e il cibo prenderà la parola Anissa Helou, famosa chef e food writer di origine siro-libanese, inserita nel 2013 dalla rivista Arabian Business fra le cento donne arabe più influenti al mondo. Spazio poi a molte relatrici provenienti dalla sponda sud del Mediterraneo e quindi non semplici analizzatrici, ma vere testimoni oculari dei mutamenti in corso. Tra di esse Nabila Hamza (Foundation for the Future, Giordania e Tunisia), Sofiane Bouhdiba (Università di Tunisi), Ilyass Bouzghaia (Università Sidi Mohammed Ben Abdellah, Fez), Nelly El Mallakh (Università del Cairo) e Fifi Benaboud (già membro del North-South Center).

Programma


Informazioni extra

www.mediterranean.usi.ch

Tel +41 (0)58 666 47 92
Press@usi.ch

 

Immagine: Flickr.com - Tribe of the World


Promotori

USI - Università della Svizzera italiana
Via Giuseppe Buffi 13
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 666 40 00
www.usi.ch
info@usi.ch