I

lun 01.06.15

20:15
Assunzione

lun 01.06.15

20:15

Fermare il degrado del mondo del lavoro

Congelare gli Accordi bilateriali

In queste settimane si è parlato di "congelamento" della libera circolazione delle persone da parte sindacale e da sinistra: e questo a fronte del degrado continuo delle condizioni di lavoro in Ticino.

Già nel 2014 i Sindacati dell'Unione sindacale svizzera Ticino e Moesa hanno deciso di opporsi, se necessario con il lancio e il sostegno di referendum, a qualsiasi accordo con l'Unione europea fintanto che non saranno state adottate misure realmente efficaci contro il dumping salariale e sociale. Le misure devono prevedere la stipulazione di Contratti collettivi di lavoro o almeno contratti normali di lavoro in ogni settore di attività e vincolanti per tutto il territorio nazionale, con precise norme salariali per ogni categoria di lavoratori, orari massimi e altre misure atte ad evitare il dumping sociale.

Oggi, dopo il voto del 9 febbraio 2014 a favore dei contingenti di lavoratori europei (quelli extraeuropei già esistono), i Partiti nazionali UDC, PLR e PPD si oppongono, e con essi il Consiglio federale, ad ogni ulteriore efficace misura di regolamentazione del mercato del lavoro. La situazione economica e politica impone una riflessione e un dibattito a 360 gradi.

Lunedì 1° giugno Christian Marazzi presenterà un quadro del mercato del lavoro ticinese sotto effetto dei processi di liberalizzazione/globalizzazione. Enrico Borelli darà uno spaccato dei problemi riscontrati quotidianamente da UNIA nel mercato del lavoro privato. Raoul Ghisletta e Graziano Pestoni esprimeranno considerazioni sul dibattito in atto a livello cantonale e nazionale

Locandina

Presso al Sala del Consiglio comunale


Christian Marazzi, economista SUPSI 
Enrico Borelli, segretario UNIA 
Raoul Ghisletta, deputato e segretario VPOD
Graziano Pestoni
, presidente USS Ticino


Promotori

USS Ticino e Moesa
Viale Stazione 31
6500 Bellinzona
Tel. 091 826 35 66