Immagine

Svelati e ritrovati

Una nuova iniziativa dedicata al cinema, in particolare a quello degli esordi

Una nuova iniziativa dedicata al cinema, in particolare alla cinematografia degli esordi, che si rivela essere ancora di grande attualità e suggestione.

Il primo appuntamento, curato dalla storica del cinema Mariann Lewinsky-Sträuli, presenta «Ma l'amore mio non muore» (Italia, 1913) diretto dal regista Mario Caserini; la diva del cinema muto Lyda Borelli interpreta una cantante e pianista, che rivela numerose assonanze con la protagonista della mostra «Marcello», come ad esempio il comune amore per la lirica.

In apertura vi sarà il cortometraggio «Dans l’Hellade», (Francia, 1909), interpretato dalla bella Stacia Napierkowska per la regia di Charles Decroix, che ci mostra come l’antichità sia stata e sia ancora oggi un’inesauribile fonte d’ispirazione per la pittura, i romanzi, le danze e, non da ultimo, la moda. 

«Dans l'Hellade» (Francia, 1909) regia di Charles Decroix
In apertura «Dans l'Hellade», cortometraggio interpretato dalla bella Stacia Napierkowska che ci mostra come l'antichità sia stata e sia ancora oggi un'inesauribile fonte d'ispirazione per la pittura, i romanzi, le danze e, non da ultima, la moda.

«Ma l'amore mio non muore» (Italia, 1913) regia Mario Caserini
Il film ci offre una grande Lyda Borelli al suo esordio, protagonista di un melodramma d'amore, tradimento e morte, un tuffo delizioso nell'immaginario, nella cultura, nella moda liberty italiana. Film rarissimo, a lungo conosciuto in copie frammentarie, è stato presentato per la prima volta nella versione restaurata a cura della Cineteca di Bologna e del Museo del Cinema di Torino nel 2013 al festival «Il cinema ritrovato», organizzato dalla Cineteca di Bologna.

Mariann Lewinsky-Sträuli
Storica del cinema e curatrice di rassegne e mostre; collabora regolarmente con diverse istituzioni, tra queste la Cineteca di Bologna e con il festival Il Cinema Ritrovato, manifestazione organizzata dalla Cineteca di Bologna. Direttrice di progetti per Memoriav, associazione per la salvaguardia del patrimonio audiovisivo svizzero, ha curato e scritto diverse pubblicazioni.

A seguire, vi sarà l’iniziativa “L’asina astemia - degustazioni" dedicata al fortunato abbinamento tra arte e vino, per quest’occasione sarà offerta una degustazione di vini grazie alla collaborazione con l’Azienda agricola Gianmario Medici di Corteglia.

Programma

Maggiori info


Entrata

CHF 10.-
Ridotti (AVS, AI, Studenti, Cineclub) CHF 8.-


Promotori

Museo Vincenzo Vela
Largo Vela
6853 Ligornetto
Tel. +41 (0)58 481 30 44
www.museo-vela.ch