I

mer 23.09.15

18:00 - 19:30
Dante alighieri 2

mer 23.09.15

18:00 - 19:30

Lectura Dantis IV - I personaggi della Commedia

Inferno I-II («Tu se' lo mio maestro e 'l mio autore») – Virgilio, Stefano Prandi
Il dramma nel racconto: Virgilio guida di Dante

La Commedia, è commedia: è il poema più dialogico di tutta la nostra letteratura: sfilano comparse, protagonisti, papi e liutai, parlano dal basso, rasoterra, infitti in ghiaccio e pece, oppure a petto “dritto” d’orgoglio («“Vedi là Farinata che s’è dritto: / da la cintola in su tutto ’l vedrai”. / I’ avea già il mio viso nel suo fitto; / ed el s’ergea col petto e con la fronte / com’avesse l’inferno in gran dispitto»; Inf., X, 31-36); o dall’alto, «regalmente ne l’atto ancor proterva»: tale Beatrice al suo apparire (Purg., XXX, 70). Come a teatro, ci sono dialoghi e monologhi, duetti serrati, ma anche straordinari “a parte”: così Beatrice stessa che, discosta, inscena sorridendo un colpo di tosse per metter fine al troppo caldo autoelogio di Dante e Cacciaguida, e della lor famiglia: «onde Beatrice, ch’era un poco scevra, / ridendo parve quella che tossio / al primo fallo scritto di Ginevra» (Par., XVI, 13-15).

Riprende dunque la Lectura Dantis quale rassegna del brulicante mondo di personaggi che animano la Commedia: nel 2015 saranno evocate alcune figure esemplari dell’Inferno e del Purgatorio, nel 2016 i beati del Paradiso.

Programma completo


Informazioni extra

Il programma può essere soggetto a modifiche.
Si prega di verificare date e orari sul sito.


Stefano Prandi è nato a Ferrara nel 1961, si è formato all´Università di Bologna. Dopo aver conseguito il diploma di laurea e il dottorato di ricerca, ha insegnato alcuni anni nelle scuole secondarie superiori per poi ottenere, nel 1996, il posto di ricercatore presso l´Università del Piemonte Orientale. Dal 2001 è titolare della Cattedra di Letteratura italiana all´Università di Berna.
Ha lavorato soprattutto su tre momenti della storia letteraria: Medioevo, Umanesimo-Rinascimento e Novecento. In ambito medievale si è occupato in particolare di Dante e Petrarca; assai estesa è la sua bibliografia di argomento rinascimentale, dedicata specialmente al Tasso ed al problema della trasmissione letteraria dei modelli relativi alla virtus nel mondo moderno. Ha inoltre studiato variamente le implicazioni filologiche della ricezione del testo, in particolare per quanto riguarda i Dialoghi del Tasso e le intersezioni tra letteratura e problematiche filosofico-religiose nell´Umanesimo e nel Rinascimento. Si è occupato a più riprese della poesia del Novecento con saggi su vari autori.


Promotori

USI - Università della Svizzera italiana
Via Giuseppe Buffi 13
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 666 40 00
www.usi.ch
info@usi.ch