Butterflyyy

Madame Butterfly

Terra e Laghi | Festival di Teatro nell'Insubria 2015

Terra e Laghi - Festival di teatro nell'Insubria, un progetto Italo Svizzero a carattere itinerante per la promozione culturale e turistica dei territori di confine. Un grande festival di teatro che abbracciando un'area geografica tanto ampia vuole contribuire a creare unione, relazione e una forte identità culturale nell'Insubria.

Narrazione in opera giapponese con le più belle arie di Puccini

Lo spettacolo nasce da una ricerca intorno a Madame Butterfly di David Belasco.

Puccini scelse il soggetto della sua sesta opera dopo aver assistito a Londra, nel luglio 1900, all’omonima tragedia in un atto di David Belasco, a sua volta tratta da un racconto dell’americano John Luther Long dal titolo Madam Butterfly, apparso nel 1898. Quando Puccini vide la pièce teatrale di Belasco se ne innamorò e commissionò a Luigi Illica e Giuseppe Giacosa di scriverne una traduzione in chiave lirica, e così nacque il libretto della Madame Butterfly su musiche di Puccini.

Vogliamo raccontare la vicenda intima di Butterfly, la sua carica emotiva, la sua purezza, e la sua instancabile attesa in un’ atmosfera esotica. La sua solitudine è l’alcova per sognare il desiderato incontro con il suo amato, una Penelope orientale che tesse le trame di un amore infinito, fedele, devoto, che va oltre se stessa. Cio-cio-san, si veste di speranza e aspetta. Aspetta il ritorno del suo amato. E’ capace di aspettare e la sua attesa è intrisa di gioia, di ingenue aspettative, di sogni a colori, di incontri che mai avverranno, di abbracci e di desideri. Ha fiducia, ed è convinta che la sua attesa si possa volgere in gioia nel momento in cui il pennacchio di una nave, un fil di fumo, dividerà in due l’orizzonte del mare di Nagasaki. La nostra Butterfly è la celebrazione della speranza sul confine fra realtà e illusione, dell’affetto materno fino a giungere all’ autoeliminazione per la felicità altrui. Il suo ritmo è la lentezza con cui ogni momento della giornata, ogni pensiero, ogni turbamento, è dilatato come attraverso una lente d’ingrandimento, diventando un evento di straordinario rilievo e importanza, come le cose, le piccole cose che accompagnano la quotidiana vicenda della donna: una cintura, un piccolo fermaglio, un ventaglio, la lama con cui il padre si è suicidato, l’obi che vestì da sposa.

Maggiori informazioni
Programma eventi 2015


Entrata

Teatro del Gatto 3.10
Intero CHF 25.- | ridotto AVS/studenti CHF 18.-

Stabio 31.07: gratuito


Regia di Kuniaki Ida
Testo e interpretazione di Silvia Priori 
con Kaoru Saito (soprano)

Maestro Aikido: Francesco Dessì
Gruppo Aikido: Federica Di Marino, Soraya Perez, Claudio Sala, Graziano Scicolone, Riccardo Tavolazzi 
Collaborazione alla regia: Roberto Gerbolès 
Scene: Luigi Bello 
Musiche: Robert Gorick 
Costumi: Sartoria Bianchi – Milano
In collaborazione con: Thuja Lab e Milano Aikido Club

E con Gruppo Kotoji (Tamburi Taiko giapponesi)

Prod. Teatro Blu (VA)


Promotori

Teatro Blu - Centro di Sperimentazione Teatrale
Via Monico 16
21031 Cadegliano
Tel. + 39 (0)332 590 592
www.teatroblu.it
nfo@teatroblu.it
Fax. + 39 (0)332 590 592