mer 14.10.15 - dom 18.10.15

Tutto il giorno
Logo fdul high

mer 14.10.15 - dom 18.10.15

Tutto il giorno

Festival Diritti Umani Lugano

Seconda edizione

Cinque giornate di incontri, dibattiti e proiezioni

Per informare e sensibilizzare un ampio pubblico sul rispetto dei Diritti Umani nel mondo ed in Svizzera.
In collaborazione con le istituzioni e le organizzazioni attive in questo settore. 
Film di qualità, discussioni e tavole rotonde animate da noti esperti internazionali, con un accento speciale sulla partecipazione dei giovani.

Il Festival tra i tanti appuntamenti e le varie tematiche trattate, quest’anno, darà voce anche a due cause molto importanti attraverso 2 dediche:

- al popolo eritreo, vittima di un sistema totalitario, macchiato di crimini contro l’umanità e retto dalla paura e dal terrore. La popolazione eritrea vive un vero e proprio esodo di massa verso l’Europa con ritmi di migrazione incessanti causati dalla mancanza di libertà personale, di opinione e dalle torture inflitte arbitrariamente nel Paese – fattori che insieme alle sanzioni economiche inflitte dall’Onu hanno impoverito ancora maggiormente l’Eritrea. Da molto tempo la Svizzera ed in particolare il Canton Ticino accolgono i migranti eritrei che richiedono asilo politico 

- al blogger giornalista Raif Badawi, detenuto in Arabia Saudita e condannato a 1.000 frustate e 10 anni di prigione: un simbolo della lotta per la libertà di stampa e di espressione.

Il Festival dei diritti umani  intende riaffermare il suo intento a proseguire nel segno di un programma intenso e appassionato, proponendo film ancora poco visti, di alto valore cinematografico e tematico. Percorso reso possibile anche grazie al supporto di partner istituzionali in via di definizione, alla rete nazionale dei Festival e Forum sui Diritti Umani, in particolare con il FIFDH di Ginevra e di Zurigo, e alla rete creata con le principali ONG attive sul territorio.

Dheepan di Jacques Audiard, Palma d’oro di Cannes 2015, apre ufficialmente la seconda edizione del Festival Diritti Umani Lugano, la sera di giovedì 15 ottobre. 
La serata inaugurale prevede inoltre la presenza eccezionale dell’attore principale del film Antonythasan Jesuthasan, ex membro dell’organizzazione delle Tigri di liberazione del Tamil Eelam da cui si separò per questioni di disaccordo politico, chiedendo in seguito l’asilo politico in Francia.

Durante la cerimonia di chiusura del Festival, la sera di domenica 18 ottobre, attraverso un collegamento via Skype, Ensaf Haidar, moglie di Badawi, porterà la testimonianza della lotta portata avanti dal marito e da lei, che insieme ai tre figli ha trovato rifugio in Canada. Altra causa ed oggetto della dedica del Festival è la vicenda del blogger, giornalista e scrittore saudita Raif Badawi, divenuto emblema della lotta per la libertà di espressione e di informazione. Raif Badawi è attualmente detenuto in Arabia Saudita e condannato a 1.000 frustate e 10 anni di prigione. La partecipazione di Ensaf Haidar permetterà di dare voce all’ingiustizia subita dal marito ed alla mancanza di libertà d’espressione presente nella nostra società. In collaborazione con Amnesty International Svizzera.

Programma completo


Entrata

CHF 10.- | ridotto 7.-
Entrata 5 proiezioni CHF 35.- | ridotto 25.-
Abbonamento Sostenitore (valido per 10 proiezioni) CHF 80.- | ridotto 50.-

*ridotto: studenti/AVS


Informazioni extra

Il Festival è promosso e sostenuto dalla Fondazione Diritti Umani con sede a Lugano, con la collaborazione del CineStar di Lugano, della Franklin University Switzerland e del Festival du Film et Forum International sur les Droits Humains (FIFDH), che si svolge a Ginevra già dal 2003 e a Zurigo dal 2013, con grande successo di qualità e di pubblico.


Promotori

Franklin University Switzerland
Via Ponte Tresa 29
6924 Sorengo
Tel. +41 (0)91 985 22 60
www.fus.edu
info@fus.edu

Fondazione Diritti Umani Lugano
6900 Lugano
www.festivaldirittiumani.ch
info@fondazionedirittiumani.ch