mar 12.01.16

20:30
Il macello di giobbe foto valeria tomasulo 01

mar 12.01.16

20:30

Il macello di Giobbe

LuganoInScena

La macelleria di Giobbe, finora prospera, rischia di chiudere. Per salvarla, l’onesto macellaio si è indebitato con la banca. Ha una famiglia da nutrire, il garzone da pagare, una figlia malata e un figlio partito per gli Stati Uniti a studiare finanza. Ritornato al paese per salvare la macelleria, il figlio persegue le proprie idee, che il padre non condivide, mentre due clown inquietanti, pagati da lugubri banchieri, si aggirano attorno al negozio con l’intento di fare fortuna con ogni mezzo. Sullo sfondo di questo “macello” biblico, di cui sono vittime il buon Giobbe e la sua famiglia, due dèi si affrontano: il Dio dell’avvenire, quello del figlio, e del denaro, e il vecchio Dio stanco, quello che Giobbe interpella e che resta muto e indifferente...

“Il Macello di Giobbe”, scritto e diretto da Fausto Paravidino, uno degli autori più interessanti del panorama teatrale italiano, apprezzato e rappresentato in tutto il mondo, ha debuttato in prima mondiale il 15 ottobre 2014, presso il prestigioso Bozar - Le Palais des Beaux-Arts di Bruxelles.

È un testo che indaga e narra quel presente dal quale intere generazioni si sentono escluse e del quale vogliono riappropriarsi. La messa in scena dello spettacolo ha coinvolto decine di artisti, maestranze e operatori. Ha previsto laboratori – ad esempio per i compositori della colonna sonora – in cui i partecipanti si sono fatti protagonisti del processo creativo stesso e non ne sono stati meri esecutori. Dietro questa produzione c’è tutto un teatro che vuole sentirsi partecipe di questo percorso e dei suoi risultati, e riconnettere formazione, creazione e produzione.

Mi interessava studiare il Libro di Giobbe senza sapere dove questo mi avrebbe portato. Mi interessava il confronto col sacro, col mistero, con Dio. Mi interessavano la crisi economica, gli incomprensibili meccanismi della finanza, apparentemente assurdi, talmente assurdi da costituire un’antiteologia.” (Dalle note di regia di Fausto Paravidino)

Calendario LIS 2015-16 


Entrata

Cat. prezzo H

Intero da CHF 30.-
Maggiori informazioni: www.luganoinscena.ch


Informazioni extra

 

Biglietteria On-Line
Call center Ticketcorner 0900 800 800
Tutti i giorni dalle 8:00 alle 22:00 | fr. 1.19/min. da rete fissa

Informazioni e prenotazioni:
LuganoInScena c/o Biglietteria LAC
Piazza Bernardino Luini 6 - Lugano
+41 (0)58 866 42 22 | info@luganoinscena.ch


Di e regia: Fausto Paravidino
Con: Emmanuele Aita, Ippolita Baldini, Federico Brugnone, Filippo Dini, Iris Fusetti, Angelica Leo/ Barbara Ronchi (in alternanza), Vito Saccinto e Monica Samassa
Scene: Guido Bertorelli, Marco Guarrera
Musiche: composizione collettiva a cura di Enrico Melozzi
Assistenti alla regia: Maria Teresa Berardelli e Camilla Brison
Produzione: Teatro Valle Occupato - Fondazione Teatro Valle Bene Comune


Promotori

LuganoInScena
Piazza Bernardino Luini 6
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 866 42 22
www.luganoinscena.ch
info@luganoinscena.ch
Contatto: LAC Lugano Arte e Cultura