Fotolucillaprimopianomassimopinca

Ecce Homo

Un monologo di Lucilla Giagnoni che indaga, partendo dalle origini, il significato di essere uomo nel mondo contemporaneo.,“Ecco l’Uomo!”. È la frase che viene attribuita a Pilato quando mostra alla folla assatanata un Uomo (per alcuni il Messia, per altri un impostore) flagellato, torturato, ridotto al livello più infimo dell’essere umano: uno straccio di sangue e carne con in testa una corona di spine, mascherato per burla da Re del Mondo.
 Da più di quindici anni, in particolare con i miei spettacoli “Vergine madre”, “Big bang” e “Apocalisse”, sono concentrata ad interpretare i testi sacri in stretto dialogo con la poesia e la scienza, senza mai rinunciare alla specificità o alla forza delle rappresentazioni che ciascun linguaggio porta con sé, godendo della grande sapienza dell’Umano. Alla fine di questo percorso però mi è rimasta una domanda: se dicessimo oggi “Ecco l’Uomo”, che cosa vedremmo? l’Homo oeconomicus? E poi tante altre: chi è l’Homo sapiens? Che significa, veramente, “Essere Uomini”? Negli ultimi secoli l’Uomo ha costruito di sé l’immagine di un Re da cui dipende il destino del mondo e delle sue creature. Ma, forse, la nostra è una favola: la favola di un Re caduto dal trono. “C’era una volta un Re”: così inizia ogni favola che si rispetti. “C’era una volta un Re, diranno subito i miei piccoli lettori. No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno”.

C’è molta sapienza a incominciare un racconto con un umile pezzo di legno. Che sia la fiaba di un pezzo di legno che vuole diventare a tutti i costi un Uomo, a spiegare finalmente il senso di questo nome? Lucilla Giagnoni


Entrata

Lo spettacolo andrà in scena a conclusione dell’Assemblea Generale dell’Associazione Amici del Teatro di Locarno che si terrà a partire dalle ore 18.30.
L’ingresso gratuito (sino ad esaurimento posti) è a invito per gli abbonati alla stagione teatrale 2015/2016 e agli iscritti all’Associazione Amici del Teatro di Locarno.

Prevendita online: www.ticketcorner.ch


collaborazione al testo Maria Rosa Pantè
musiche Paolo Pizzimenti
luci Massimo Violato
Di e con Lucilla Giagnoni


Promotori

Teatro di Locarno
Largo Zorzi 1
6600 Locarno
Tel. +41 (0)91 756 10 93
www.teatrodilocarno.ch
info@teatrodilocarno.ch
Fax. +41 (0)91 756 10 90