I

La spremuta beppe casales 1

La spremuta - Rosarno, migranti, 'ndrangheta

Teatro - Cinema dal sud del mondo

Anche quest'anno l'Associazione per una Nuova Cultura, mossa dalla consapevolezza di proporre un evento importante per la realtà culturale e sociale del nostro Paese e dalla necessità di generare ulteriore conoscenza e formazione, riesce a dar vita alla seconda edizione del “Cinema dal Sud del mondo”. La proiezione dei film averrà in concomitanza con la mostra “Dentro le maschere africane” e alternata con laboratori per ragazzi, conferenze e spettacoli di teatro.

La spremuta
regia di Beppe Casales  

Il 7 gennaio 2010 i migranti che lavorano a Rosarno si ribellano. Gli africani dopo anni di violenze e sfruttamento reagiscono, fanno ciò che gli italiani non fanno da anni: alzano la testa. In due giorni si consuma tutto: scontri con la polizia, la caccia al nero, e infine lo sgombero. I media nazionali sottolineano che la mafia non c'entra. Ma dire che la mafia non c'entra in Calabria è una bugia. La mafia c'entra eccome, non solo in Calabria.

Nei fatti di Rosarno si concentrano tre nodi fondamentali che stringono al collo l'Italia, e che prima o poi bisognerà avere il coraggio di sciogliere: il rapporto coi migranti, la mafia e il concetto di lavoro.

L'Italia è spremuta da mani violente, da molte mani. Il coraggio di chi non vuole più girare la testa, di chi pensa che vivere esiga più dignità deve essere imitato, non temuto.

Programma "Cinema dal sud del mondo" 

ore 20:00 Apertura della mostra



Promotori

Associazione Perunanuovacultura
via Franscini 10
6830 Chiasso
Tel. +41 91 682 36 73
www.perunanuovacultura.ch
info@perunanuovacultura.ch
Contatto: c/o Sala-cine Excelsior