Otello2 0

Otello

Chi è di scena | Teatro Sociale 2015/16

Di tutte le tragedie di Shakespeare, “Otello” è la più impressionante e la più terribile. Dal momento in cui nel cuore di Otello si insedia la gelosia, il cuore e la mente dello spettatore sono stretti in una morsa. Amore, pietà, paura, speranza e timorosa sospensione dell’animo lo attraversano. Forse non esiste argomento più eccitante della gelosia sessuale che sale all'intensità della passione: sono sentimenti che comportano un senso di vergogna e di umiliazione, e per questo spesso si tengono nascosti. Perché una gelosia come quella di Otello converte la natura umana nel caos e libera la bestia che è nell'uomo. Artefice di questa liberazione è Iago, in cui il male si dispiega sotto forma di una superiorità intellettuale.
Il regista Carlo Sciaccaluga ha voluto un’ambientazione ibrida tra il Medio Oriente antico e la prima Guerra del Golfo, con l’isola di Cipro che diventa un decadente avamposto di Occidente accerchiato da un nemico “diverso” culturalmente, che si teme ma non si conosce davvero. Sullo sfondo dell’eterno e attualissimo tema della diffidenza razziale e culturale si consuma lo scontro tra “il parto mostruoso” dell'intelligenza di Iago e la natura romantica e primitiva di Otello.

www.incamminati.it

Calendario Teatro Sociale 15/16



di William Shakespeare
con: Filippo Dini, Antonio Zavatteri, Giulia Eugeni, Roberto Serpi, Alberto Giusta, Mariella Speranza, Massimo Brizi, Cristina Pasino
traduzione e regia: Carlo Sciaccaluga
scene e costumi: Catherine Rankl
luci: Sandro Sussi
musiche originali: Andrea Nicolini
produzione: Teatro de gli Incamminati, 2015


Promotori

Teatro Sociale di Bellinzona
Piazza Governo 11
6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)91 820 24 44
www.teatrosociale.ch
info@teatrosociale.ch
Fax. +41 (0)91 820 24 49