lun 30.11.15

18:30
1441867140

lun 30.11.15

18:30

Memories on stone

Cinema dal Mondo | Speciale Medio Oriente

Per la seconda volta questa rassegna, indispensabile al fine di allargare l’offerta cinematografica al di là dei confini occidentali imposti dal mercato, si concentra su uno specifico territorio: il Medio Oriente. Territorio vastissimo, che per comodità possiamo estendere dall’Egitto all’Iran, di cui quotidianamente i media ci rendono conto con bollettini di guerra, di tensioni, di atrocità. Territorio sul quale probabilmente si stanno giocando i destini del mondo intero e che quindi non può non riguardarci da vicino, come tra l’altro sta a dimostrare l’inarrestabile fenomeno migratorio verso i paesi europei.

Questa rassegna presenta quindici film recenti girati in vari paesi del Medio Oriente (una buona parte in prima visione ticinese, uno in anteprima svizzera) e intende accompagnare lo spettatore in un viaggio di conoscenza verso terre dal nome abusato ma di fatto ancora tutte da esplorare, alla scoperta di uomini e donne che siamo abituati a classificare in base alla loro appartenenza religiosa o politica ma che siamo poco inclini a incontrare e ad accettare realmente come nostri simili.

MEMORIES ON STONE Iraq

BÎRANÎNÊN LI SER KEVIRÎ
Shawkat Amin Korki

Iraq/Germania 2014, v.o. kurda, st. f/t, 97’
Prima visione ticinese

Hussein e Alan, due amici d’infanzia kurdi, decidono di girare un film sul genocidio perpetrato da Saddam Hussein negli anni ’80, quando furono massacrate 200'000 persone. Ma girare nell’Iraq del dopoguerra non è cosa facile. La difficoltà maggiore consiste nel trovare la donna che dovrebbe interpretare il ruolo principale. Tutte le candidate desistono, una dopo l’altra, finché una ragazza si propone e sembra determinata… 

Dopo Crossing the Dust (2006) e Kick Off (2009), Shawkat Amin Korki prosegue la sua esplorazione del doloroso passato del popolo kurdo iracheno. E ancora una volta evita il tono melodrammatico, ricorrendo a dei ribaltamenti spesso rocamboleschi per assumere uno stile leggero, che però nulla toglie ai suoi propositi seri, dove le allusioni al cineasta Yilmaz Güney sono frequenti e ricordano gli anni eroici del cinema kurdo. 

Locandina PDF


Entrata

CHF 10.–/8.–/6.–


Promotori

Circolo del cinema di Locarno
CP 1425
6600 Locarno
www.cclocarno.ch