200 %281%29

1945: anno zero del diritto?

Secondo appuntamento del ciclo Incontri in Mediateca 2015-2016 Gli anni zero.

Keith Lowe in un recente studio dal titolo Savage Continent. Europe in the Aftermath of World War II (2012) descrive l'Europa uscita dalla Seconda guerra mondiale come un continente devastato, in cui alla distruzione materiale si accompagna quella morale e non da ultimo quella delle istituzioni giuridiche. Per molti versi un Anno zero anche del diritto, dunque, in cui non esiste più accessibilità ai tribunali, protezione di polizia, garanzia della proprietà e dove lo spirito brutale della vendetta è dilagante. La sfida della ricostruzione postbellica sarà anche questo: ricostruzione di un ordinamento giuridico entro cui ricondurre i più elementari conflitti sociali. Per far questo le popolazioni devastate dalla guerra dovranno però riabituarsi all'esistenza stessa di forme pacifiche di risoluzione dei conflitti. Tutte cose che a noi paiono normali ma che all'epoca non lo erano per niente, o meglio non lo erano più. L'anarchia europea durò del resto molto a lungo e Lowe critica la stessa immagine dell'Anno zero perché troppo semplicistica. In realtà gli anni dal 1945 al 1950 sono anni di ulteriore distruttività da cui l'Europa faticò duramente ad uscire.

Relatore: Dott. Roy Garré, 


Promotori

Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale
via Besso 84/86
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 960 77 77
www.iuffp-svizzera.ch
info@iuffp-svizzera.ch
Fax. +41 (0)91 960 77 66