82 la st%c3%bca 2

La Stüa

Jazz Folk & Pop | Teatro Sociale 2015/16

Con il suo nuovo ciclo per nove strumenti “La Stüa” Marco Santilli racconta in musica le impressioni, gli incontri e le storie della sua adolescenza, quando il nonno era custode del Museo di Leventina e d’estate gli capitava di sostituirlo per fare da cicerone ai visitatori. Le notizie sull’opuscolo del museo erano scarse e lui vi sopperiva dando sfogo alla fantasia. Partendo dal periodo di costruzione dell’allora locanda, troviamo “La Giornico liberata” di stampo progressive e ispirata alla Battaglia dei Sassi Grossi. Di conseguenza “Morbus helveticus” (l’Heimweh dei soldati). “Sette” fa forse riferimento alle chiese di Giornico. “Tangu da Wassen” è l’espressione leventinese per un tipico brano svizzero-tedesco e dà lo spunto per un Ländler contaminato. “Sächsilüüte” ricorda i turisti zurighesi e sulla “Strada alticcia” la sudata comitiva cerca ristoro nel grappino. Le “Variationen über den Namen Hesse” si riferisce alle letture di quel periodo. L’accoglienza della “Stüa”, il locale più suggestivo del museo, è rappresentata dalla “Serenada in minur”, titolo di una poesia dialettale di Giuseppe Arrigoni. Un percorso sull’asse nord-sud, dove forse per la prima volta un quartetto jazz incontra il classico quintetto di fiati, con doverosa sosta al Teatro Sociale Bellinzona.
www.marcosantilli.com

Calendario Teatro Sociale 15/16 


Entrata

Prezzi: cat.F

Acquista i biglietti

Maggiori informazioni disponibili su teatrosociale.ch


di Marco Santilli
con CheRoba: Marco Santilli clarinetto, clarinetto basso, composizioni
Lorenzo Frizzera chitarra classica, acustica, 12 corde
Ivan Tibolla piano, accordeon, flauto
Fulvio Maras percussioni
e il Fiato delle Alpi: Isabell Weymann flauto, flauto contralto, ottavino
Davide Jäger corno inglese, oboe
Andrea Zardini corno
Alessandro Damele fagotto
Filipa Nunes clarinetto, contrabbasso
composizioni commissionate dal Festival internazionale Alpentöne di Altdorf


Promotori

Teatro Sociale di Bellinzona
Piazza Governo 11
6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)91 820 24 44
www.teatrosociale.ch
info@teatrosociale.ch
Fax. +41 (0)91 820 24 49