Glatt! manifesto per una citt%c3%a0 in divenire

Quale manifesto per un Ticino in divenire?

Conferenza e finissage

La chiusura della mostra Glatt, manifesto per una città in divenire, evento che ha aperto ai cittadini Villa Saroli, diventa l’occasione per abbozzare un decalogo che ispiri l’intero Ticino nella definizione di quello che vuole diventare. Raccogliendo gli spunti del primo appuntamento dei Dialoghi sulla mutazione del territorio, i2a istituto internazionale di architettura per questa seconda serata della serie chiama tre architetti a discutere sull’argomento, invitando il grande pubblico a prendere parte alla conversazione: un’occasione per partecipare attivamente alla progettazione del cambiamento.

Glatt, manifesto per una città in divenire è un ambizioso progetto avviato da un gruppo di architetti zurighesi riunitisi nel 2008 che sostiene una tesi semplice e accattivante: per salvare la campagna è necessario gestire la trasformazione della città. Il gruppo Krokodil (questo il nome del sodalizio, dal bar in cui sono soliti incontrarsi) ha immaginato una visione per questo territorio partendo da dieci comandamenti, irrinunciabili secondo loro, per lo sviluppo di qualsiasi realtà urbana. Se la mostra che verrà chiusa questa sera è un primo risultato di questi anni di studio e progettazione, è ora necessario confrontarsi sul “manifesto” e sui suoi assunti: dalla necessità di considerare la città e la campagna come un insieme unico, all’esigenza di pianificare su grande scala fino alla salvaguardia degli spazi verdi e la creazione di un’identità, sono queste prerogative accettabili e auspicabili anche per il Ticino? Potrebbero essere utili anche per il nostro territorio? E quindi, dove vuole andare il Ticino?

Anche alla luce dei cambiamenti in corso del piano direttore cantonale per adeguarlo alle modifiche della legge federale sulla pianificazione del territorio entrate in vigore nel 2014, a queste domande cercheranno di rispondere, in dialogo con il pubblico, l’architetto Andreas Sonderegger, uno dei fautori del gruppo Krokodil (Zurigo) e membro dello studio Pool Architekten, l’architetto Andrea Felicioni, Capo dell’Ufficio del piano direttore, Dipartimento del Territorio del Cantone Ticino e l’architetto Giacomo Guidotti, professore presso l’HEFR di Friburgo e docente al Seminario internazionale di progettazione a Monte Carasso

Locandina



Promotori

i2a istituto internazionale di architettura
Villa Saroli - Viale Franscini 9
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 996 13 87
www.i2a.ch
info@i2a.ch