Artgate fondazione cariplo   canova antonio  allegoria della giustizia

Il giusto delle parole - Le ragioni della giustizia nella scrittura poetica

Incontro con il poeta e critico letterario Pietro De Marchi

L'incontro si terrà presso l'Aula magna del Liceo cantonale di Lugano 1, con letture di Pietro De Marchi, Massimo Gezzi e Fabio Pusterla.
L’autore sarà presentato da Fabio Pusterla.

Il concetto di “giustizia”, nei suoi vari significati e nelle sue varie declinazioni, ha qualche risonanza nell’attività del poeta e nella sua scrittura? 

In alcuni casi, e basterebbe ricordare uno dei moltissimi passi danteschi, la giustizia (sperata, affermata, negata o tradita) diventa motore delle parole e argomento stesso del testo. La poesia allora può parlare criticamente della giustizia umana (e talvolta anche di quella divina).

In termini più generali, tuttavia, ogni forma di poesia deve fare i conti con una questione di fondo: la giustificazione della scrittura, in effetti, non è sempre scontata, non è mai automatica, e l’atto dello scrivere deve trovare una sua ragion d’essere nell’esperienza esistenziale; qualcosa del genere intendeva, un secolo fa, Umberto Saba parlando di “poesia onesta”, formulazione che subito suggerisce anche il suo contrario. 

Infine, la “giustizia”, o meglio la “giustezzadelle parole: perché il linguaggio poetico deve disperatamente cercare l’esatta pronuncia, la giusta formulazione, entro la quale possa crescere e fruttificare l’alleanza profonda di suoni e di senso.

Invito
 


Immagine: Wikimedia - Canova Antonio, Allegoria della Giustizia, Artgate Fondazione Cariplo


Promotori

Liceo Cantonale Lugano 1
Viale Carlo Cattaneo 4
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 815 47 11
www.liceolugano.ch
liceo@liceolugano.ch