Eastofeden

East Of Eden (La valle dell'Eden)

Rassegna Elia Kazan e i suoi attori - parte seconda (1954-1976)

Uomo dalle molte contraddizioni, diviso tra il sentimento dello sradicamento e il desiderio di integrazione, sempre attratto dalle situazioni conflittuali, ossessionato dalla fisicità dei corpi, enfaticamente rappresentata sia nelle regie teatrali sia nei film realizzati a partire dagli anni Cinquanta, Kazan ha lasciato, pur con i suoi alti e bassi, un segno profondo nel cinema americano del dopoguerra. E per questo i Circoli del cinema del Ticino hanno deciso di proporre una rilettura completa dei suoi film, che permetterà di seguire la sua evoluzione artistica e la sua indiscutibile maestria nel dirigere gli attori verso il risultato intimamente voluto.

Regia di Elia Kazan

USA | 1955 | 115'

Interpreti: James Dean, Julie Harris, Raymond Massey, Bure Ives, Richard Davalos, Jo Van Fleet, Albert Dekker, Lois Smith, Harold Gordon, Timoty Carey, Mario Siletti …

v.o. inglese, st. italiano, colore

California, 1917: Cal Trask (Dean) si sente trascurato dal padre puritano (Massey), che gli ha sempre preferito il fratello Aron (Davalos). La scoperta che sua madre (Van Fleet) non è morta, ma fa la maîtresse in una città vicina, fa esplodere una situazione familiare resa già difficile dai guai economici, dalle rivalità amorose tra fratelli e dall’imminente entrata in guerra degli Stati Uniti. Tratto da una parte del vasto romanzo di John Steinbeck, adattato da Paul Osborn, è il primo film da protagonista di James Dean, perfetto nella parte dell’adolescente tormentato e ipersensibile, al cui punto di vista aderisce il racconto. Kazan riesce a trovare un equilibrio tra Storia e drammi privati, ritmi solenni da saga e momenti concitati da psicodramma (…). Oscar a Jo Van Fleet come miglior attrice non protagonista. (Mereghetti)

James Dean, a differenza di Brando, non aveva nessuna tecnica interpretativa particolare. Quando nel Gigante cerca di mettersi nei panni di un uomo più anziano, ha l’aria di un debuttante, cosa che effettivamente era. Nel mio film, o a Jimmy riusciva la scena al primo colpo – ciò che capitava il 95% delle volte -, o era incapace di interpretarla. Allora mi toccava ricorrere a mezzi stravaganti, il chianti per esempio. (Elia Kazan)

Programma Rassegna Elia Kazan -  parte seconda


Entrata

CHF 10.– / 8.– / 6.–


Rassegna a cura dei Circoli dei cinema ticinesi, in collaborazione con il Festival del film Locarno (www.pardo.ch)


Promotori

Circolo del cinema di Bellinzona
6500 Bellinzona
www.cicibi.ch
info@cicibi.ch

LuganoCinema93
c/o Raffaella Macaluso
6945 Origlio
www.luganocinema93.ch
info@luganocinema93.ch

Circolo del cinema di Locarno
CP 1425
6600 Locarno
www.cclocarno.ch

Cineclub del Mendrisiotto
6830 Chiasso
www.cinemendrisiotto.org