Genocidio armeno

Metz Yeghérn - Il Genocidio Armeno

Il genocidio armeno a cent’anni di distanza - storia, memoria, prospettive

In occasione della Giornata della memoria 2016, l’Associazione ticinese degli insegnanti di storia in collaborazione con la Comunità armena Ticino, e con il sostegno del Delegato cantonale all’integrazione degli stranieri, organizza una serata pubblica con una serie di attività dedicate alla storia del popolo armeno a cent'anni dal «Metz Yeghérn, il Grande Male”», il genocidio subito nel 1915.

Con queste attività l’ATIS intende proporre e sviluppare una riflessione, alla luce dei risultati di un’aggiornata ricerca storiografica e scientifica, sui genocidi e le violenze che hanno caratterizzato il XX secolo. In questa prospettiva si focalizzerà l’attenzione, grazie alle relazioni di numerosi ospiti sul caso armeno, di cui ricorre il centesimo anniversario.

Il genocidio degli Armeni chiama quindi in causa una molteplicità di questioni e i relatori affronteranno i temi da diverse prospettive: non solo quella storica, ma pure quella filosofica e letteraria.

• Inaugurazione della mostra con la riproduzione di fotografie scattate da Armin T. Wegner nel 1915 - al secondo piano
• Proiezione del documentario Armenia, ferita aperta di Werner Weick (2007) - al primo piano

Interverranno:
Misha Wegner, figlio di Armin T. Wegner
Antonia Arslan, scrittrice
Sarkis Shahinian, presidente onorario Associazione Svizzera-Armenia
Werner Weick, regista

Moderatrice: Moira Bubola, giornalista RSI

Brani musicali armeni eseguiti da Maurizio Redegoso Kharitian (viola) e Aram Ipekdjian (duduk).

Programma
Locandina


Informazioni extra

Verrà servito un rinfresco armeno.


Immagine: www.wikipedia.org/wiki/Genocidio_armeno


Promotori

ATIS - Associazione ticinese insegnanti di storia
c/o Liceo Lugano 1
6900 Lugano
www.atistoria.ch
Contatto: Prof. Massimo Chiaruttini