I

gio 02.06.16

19:45 - 20:30
Flayer semplice senza scritte.scale to max width.878x

gio 02.06.16

19:45 - 20:30

Lectio Magistralis su arte e poesia

Festival Poestate 2016

Poestate continua con Giovanna dalla Chiesa, storica e critica d'arte, che terrà una Lectio magistralis su arte e poesia.

Seguirà il video avanguardistico e sperimentale di Fosco Valentini, performato da Paola Min Wu, dal titolo ripreso da una citazione del monaco zen Thich Nhat Hahn: "Stagioni dell'acqua. Quando bevi il the stai bevendo le nuvole?".

Il video nasce da un'idea di contaminzione tra i disegni anamorfici animati e la memoria del corpo. Corpo inteso come corpo astrale, su cui si svilupperà la performance vocale e di movimento di Paola Min Wu. L'acqua, le emozioni, le stagioni, l'amore sono temi apparenti di questo progetto di  video-poesia, con cui in realtà, si intende "sussurrare" il Principio del Mutamento, dove il Tutto è interconesso in una Coscienza Unitaria ed è regolamentato dalle leggi della Natura.

Locandina Poestate 2016

 


Giovanna dalla Chiesa: storica e critica d'arte. Laureatasi in Storia dell'Arte a Roma, ha lavorato presso la Galleria Nazionale d'Arte Moderna. Nel 1976, dopo aver vinto la Borsa dell'American Council of Lerned Societies, è stata affiliata presso il M.O.M.A. di New York. Ha collaborato con la Quadriennale e la Biennale di Venezia. È stata docente di Storia dell'Arte dell'Accademia di Belle Arti di Roma. Ha collaborato con quotidiani e riviste come pubblicista indipendente e curato mostre interdisciplinari e convegni. Nel 2014 ha creato "Dialoghi a più voci", una forma di lettura transdisciplinare dell’arte nel mondo globale. Attualmente cura un ciclo di mostre per Palazzo Sforza Cesarini a Genzano di Roma.

Fosco Valentini: nato a Roma, si è diplomato all’Accademia di Belle Arti negli anni del grande dibattito tra pittura, arte povera e concettuale. Le sue amicizie con Alighiero Boetti e con il teatro di Aldo Braibanti hanno segnato la sua concezione dell’arte con un’apertura a 360 gradi su ogni aspetto del sapere e sulle diverse matrici segniche del linguaggio, sia in chiave comunicativa che in chiave onirico-esoterica. Dopo essersi affermato nel ricco milieu romano instauratosi tra gli Anni Settanta e Ottanta, nel 1989 si trasferisce a Lugano traendo motivo per una ricerca di rinnovamento culturale ed estetico. Dalla sua partecipazione alla 54° Biennale di Venezia nel 2011 inizia a esplorare la tecnologia lenticolare, trasformando progressivamente uno strumento nato per le esigenze della pubblicità, in un’esperienza di filosofia della visione che si apre sull’orizzonte globale di un nuovo soggetto umano.

Paola Wu Min Yi: artista poliedrica dalla personalità ecclettica. Nata a Roma, figlia di noti cantanti lirici cinesi, deve al padre, Gregorio Wu Pak Chiu professore al conservatorio in Cina, il suo avvicinamento alla musica, sviluppando il suo interesse per diversi generi musicali. Ha maturato esperienze in ambito teatrale come coreografa, costumista, cantante, flautrice aiutoregista, mimo e clown. Consegue la laurea all'Accademia delle Belle Arti di Roma in Pittura e in seguito a frequenti viaggi-studio in Cina, si avvicina al Taiji Quan ottenendo diversi titoli in questa disciplina. Continua la sua formazione, diplomandosi all'Ismeo (Istituto Studi Estremo e Medio Oriente) in lingua e cultura cinese e conseguendo la laurea in Psicologia. È Presidente dell'Associazione "Tra Terra e cielo" , centro di discipline olistiche. 
 


Promotori

Armida Demarta
6900 Lugano
www.poestate.ch
info@poestate.ch
Contatto: Armida Demarta