I

ven 01.04.16

20:30
Immagine

ven 01.04.16

20:30

Incontro con Bernasconi e Fazioli

I nuovi scrittori della Svizzera italiana si presentano

Nella poesia di Yari Bernasconi, scrive un suo autorevole lettore, il poeta e critico Gilberto Isella, tra i diversi temi prevale “la rappresentazione del progressivo snaturamento subìto dal paesaggio naturale e antropologico europeo nella tarda età industriale”. Dal paesaggio, a volte guardato in sorvolo, perché “uno sguardo furtivo è sufficiente”, alla gente che inquieta, davanti al cimitero, / si segnava il petto, le spalle, la fronte” nonché “all’anziana che trema e cammina / e avanza sulla strada”. Figure, come si vede, fragili, di vinti inermi ed esitanti.


Definire Andrea Fazioli un “giallista” sarebbe riduttivo, perché i suoi libri vanno ben oltre i limiti del genere poliziesco e contengono molto altro. Non da ultimo, nei libri di Fazioli è protagonista anche il Ticino, raffigurato con molta precisione nelle sue caratteristiche più evidenti: un certo provincialismo, il paesaggio collinare del Sottoceneri e quello più impervio delle valli superiori, i personaggi burberi e schietti dei paesi di campagna e gli abitanti delle città, più raffinati, ma anche aggressivi e rampanti. 

Volantino


Yari Bernasconi nato nel 1982, si è laureato in letteratura italiana all’ Università di Friburgo, ed è insieme poeta e critico. Come poeta ha esordito con Lettera da Dejevo (Alla chiara fonte), alla quale sono seguite la raccolta Non è vero che saremo perdonati Come critico Yari Bernasconi si è occupato di Valerio Abbondio e soprattutto di Giorgio Orelli, a cui ha dedicato la sua tesi di laurea intitolata L’ora del tempo. Edizione e commento.

Andrea Fazioli nato a Bellinzona nel 1978, si è laureato in letteratura italiana e francese all’Università di Zurigo. Si è rivelato come scrittore a soli vent’anni, nel 1998, quando ha vinto il “Premio internazionale Chiara giovani”, e da allora è diventato un autore di romanzi polizieschi di successo, pubblicati dall’editore italiano Guanda e apprezzati sia dalla critica, sia dai lettori.


Promotori

Circolo di cultura di Mendrisio e dintorni
Borgo
6850 Mendrisio
www.circolodicultura.ch
info@circolodicultura.ch