Cervello uomo bambino foto lideatorio usi

Il cervello, la macchina dei sogni

Settimana del cervello

Perché sogniamo? Sogniamo tutti? Anche coloro che dicono di non ricordarselo? Il significato e l’utilità di questa nostra attività notturna resta ancora in parte misteriosa, eppure ci hanno provato in tanti a cercare di capire da dove arrivano le nostre fantasie della notte.

Nell’antichità il sogno poteva essere profetico, mentre maghi e indovini lo utilizzavano per predire gli avvenimenti, gli artisti hanno cercato di rappresentarlo e infine gli psicanalisti e neuroscienziati hanno inseguito la loro origine nelle pieghe della mente o tra le sinapsi dei neuroni.

Oggi la scienza è capace di mostrarci quali aree cerebrali si attivano mentre sogniamo: durante il sonno i centri delle memoria e quelli delle emozioni intrecciano per noi storie e racconti. Se svegliate una persona durante la fase del sonno REM, essa racconterà sogni articolati, ricchi di particolari, mentre se la svegliate durante la fase del sonno “non REM” i racconti saranno più semplici. Anche se per la scienza appaiono come dei semplici impulsi elettrici, la domanda resta immutata che cosa rivelano i sogni e perché sogniamo?


Relatori
Dr. Med. Raffaella Ada Colombo, Medico psichiatra, Direttrice Medica della Clinica psichiatrica cantonale (CPC) dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Dr. Med. Mauro Manconi, Caposervizio di Neurologia presso il Neurocentro della Svizzera Italiana e responsabile del Centro del sonno ed epilessia presso lo stesso Istituto


Promotori

Settimana del Cervello nella Svizzera italiana
Via Lambertenghi 10a
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 666 45 20
www.settimanadelcervello.ch
ideatorio@usi.ch
Contatto: c/o L'ideatorio, Università della Svizzera Italiana