Leben

Das Leben drehen – Wie mein Vater versuchte, das Glück festzuhalten

Un po' di cinema svizzero

Anche quest'anno la tradizionale rassegna Un po' di cinema svizzero è orientata alle produzioni in lingua tedesca. Infatti, guardando le nomination per il Premio del cinema svizzero, la supremazia del cinema prodotto nella parte tedescofona del paese è netta: su dieci film nominati, solo due sono romandi e nessuno rappresenta la Svizzera italiana. Non si manca comunque di dare spazio a ciò che si muove in Ticino con delle serate di corti ticinesi recenti. Il cinema svizzero merita di essere visto perché ci coinvolge e il livello artistico non è da sottostimare, offrendoci rappresentazioni del mondo.

Regia di Eva Vitija

Documentario | Svizzera | 2015 | 77'

sceneggiatura: Eva Vitijia; fotografia: Stefan Dux; montaggio: Fabian Kaiser, Natascha Cartolaro; suono: Remie Blaser; musica: Christian García; produzione: SwissDok, Basel/ZHdK, Zürich/SRF, Zürich.

v.o. svizzero tedesco/tedesco, st. francese, colore e bianco e nero

Quando ho raggiunto la maggiore età, mio padre mi ha offerto un film sulla mia vita. Questo regalo mi ha fatto arrabbiare, perché avevo sempre tentato, invano, di fuggire dalla sua cinepresa. Mio padre, il cineasta Joschy Scheidegger, spingeva il suo desiderio di documentare la nostra famiglia fino all’ossessione. Solo dopo la sua morte sono riuscita, non solo a mettere le mani sui suoi immensi archivi cinematografici, ma anche sulla sua cinepresa. E questo è sfociato in una ricerca personale: sono partita sulle tracce delle sorprendenti verità nascoste dietro le immagini di mio padre. Ne è risultata una storia famigliare filosofica sul cinema e il tentativo di trattenere la vita. (Eva Vitijia)

Eva Vitijia è nata nel 1973 a Basilea. Ha studiato storia ed è stata assistente di regie teatrali. Dopo una formazione come autrice di sceneggiature alla DFFB di Berlino, si è diplomata in film e video presso la ZHdK (Zürcher Hochschule der Künste) proprio con questo documentario, sotto la direzione di Sabine Gisiger.

Prix de Soleure 2016 alla presenza della regista

Prima visione ticinese


Entrata

Fr. 10.- | 8.- | 6.-


Rassegna presentata dai cineclub cantonali.
Le schede sui film sono tradotte dal Catalogo delle Giornate di Soletta 2016 (2015 per Resuns) e, per alcuni cortometraggi, dai siti web dei produttori.


Promotori

Circolo del cinema di Bellinzona
6500 Bellinzona
www.cicibi.ch
info@cicibi.ch

LuganoCinema93
c/o Raffaella Macaluso
6945 Origlio
www.luganocinema93.ch
info@luganocinema93.ch

Circolo del cinema di Locarno
CP 1425
6600 Locarno
www.cclocarno.ch

Cineclub del Mendrisiotto
6830 Chiasso
www.cinemendrisiotto.org