I

Noa %281%29

Noa and the Orchestra della Svizzera Italiana w/Gild Dor & Domenico Sanfilippo

Dopo la trionfale esibizione del 2001 a Mendrisio ecco un graditissimo ritorno di Noa a Estival nella sua storica piazza. Cresciuta a New York (Bronx), la cantante israeliana ha una solida formazione musicale conseguita alla Rimon School of Jazz and Contemporary Music di Tel Aviv negli Anni ‘90, periodo in cui si crea il sodalizio con il chitarrista Gil Dor. Artista di grandi qualità su tutti i fronti musicali, Achinoam Nini, il suo vero nome che significa “sorella della pace”, si è affermata in un primo tempo grazie a Pat Metheny.

Fra i momenti più emozionanti della sua carriera resterà certamente nella memoria la celebre “Ave Maria” di Gounod cantata davanti al Papa. Acclamata e riverita, Noa ha da tempo conquistato il grande pubblico e la critica più agguerrita con un repertorio sorprendente e di altissima qualità. "Mi sono formata a New York", racconta la stella della World Music, "ma non potrei mai vivere lontano da Israele. L'amore è la fonte del mio canto".

Con la sua voce cristallina mescola Jazz, Rock americano e suggestioni mediorientali diffondendo gioia ed entusiasmo che superano le frontiere culturali. Grazie anche alla collaborazione con Gil Dor, Noa ha messo a frutto le capacità e la fantasia compositiva che uno spiccato talento musicale ha profuso in lei.

Il suo repertorio è molto variato, ma quando si immerge nel clima mediorientale, danzando e accompagnandosi con percussioni, tamburelli, piccoli strumenti a fiato, Noa dà il meglio di sé. Quando poi regala "Beautiful that way", il brano della colonna sonora del film di Roberto Benigni "La vita è bella", si ha la prova che canzoni come questa, interpretate da una voce così limpida, sono realmente un dono che ci comunica un'idea della vita che esclude l'odio e il pregiudizio. Noa è un simbolo, è una vera messaggera di pace. Una voce che accompagnata dall’OSI acquisterà un valore suggestivo supplementare e sarà ricordato per sempre.

Orchestra della Svizzera italiana (OSI)

Costituita nel 1935 come Orchestra della Radio della Svizzera italiana, nel 1991 prende l’attuale nome e inizia a mettersi in luce a livello internazionale esibendosi nelle più prestigiose sale di città come Vienna, Amsterdam, San Pietroburgo, Parigi, Milano e Salisburgo. È stata diretta da grandi personalità musicali quali Ansermet, Stravinskij, Stokowski, Celibidache, Scherchen. Ha collaborato con innumerevoli compositori quali Mascagni, R. Strauss, Honegger, Milhaud, Martin, Hindemith e, in tempi più vicini, Berio, Henze e Penderecki. È finanziata principalmente dal Cantone Ticino, dalla Radiotelevisione svizzera, dalla Città di Lugano e dall’Associazione Amici dell’OSI.

La partecipazione dell'OSI a Estival è ormai parte di una tradizione che si ripete con successo dal 1993, anno in cui il primo a condividere il palco con l'orchestra è stato il grande Friedrich Gulda. Da allora, accanto alla collaudata formazione, si sono avvicendati protagonisti della musica contemporanea come Dave Brubeck, Maynard Fergusson, Max Roach, Richard Galliano, Martha Argerich con Luis Bacalov, Eumir Deodato, Rick Wakeman, Al Di Meola, Premiata Forneria Marconi (PFM), Michel Camilo, …per citarne solo alcuni. A dirigere l’OSI per il concerto di Estival 2016 è stato chiamato il Mo Domenico Sanfilippo.

Scopri tutti gli eventi del LongLake Festival su www.longlake.ch


Promotori

Estival Jazz
6900 Lugano
www.estivaljazz.ch
info@estivaljazz.ch